Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"atteggiamento ostinato e arrogante"

Atc, le sigle: "Rapporto incrinato. Preoccupa il Piano industriale"

Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Cobas Lp e Ugl chiedono un tavolo di confronto urgente all'azienda: "A 48 ore dallo sciopero fa finta di niente, ma si notano le prime crepe".

Sciopero del trasporto pubblico

“A distanza di solo un anno dall’insediamento del nuovo amministratore delegato, il rapporto fiduciario tra lavoratori e azienda si è incrinato. L’alta adesione allo sciopero, ne è la dimostrazione”. Cinque delle sei sigle di categoria dei dipendenti di Atc Esercizio esordiscono così commentando l’andamento dei rapporti sindacali e aziendali.

“A distanza di 48 ore da uno sciopero tra i più partecipati – proseguono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Cobas Lp e Ugl – l’azienda fa finta di niente. L’atteggiamento dei vertici aziendali, quello che ha portato alla rottura immotivata delle trattative, perdura con ostinata arroganza. Chiediamo nuovamente che si apra immediatamente un tavolo di confronto e si ponga al centro della discussione il Piano industriale che, come avevamo detto, mostra già le prime crepe. L’atteggiamento ostinato dell’amministratore delegato di non voler discutere il Piano industriale con le organizzazioni sindacali è un segnale di debolezza e ci conferma che le nostre preoccupazioni sono giuste”.

Più informazioni