Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Pronti a una nuova protesta nelle prossime settimane

Sciopero lavoratori Atc, i sindacati: "Adesione vicina all’80 per cento. L’azienda riapra il dialogo"

Un fumogeno di fronte ai cancelli del deposito Atc di Mazzetta

C’è soddisfazione tra le sigle sindacali di Atc Esercizio per l’adesione registrata tra le 11 e le 15 allo sciopero indetto principalmente per protestare contro il mancato ritocco dei tempi di percorrenza. I delegati e i segretari delle parti sociali di categoria si sono espressi all’unisono ai taccuini di CDS: “Hanno aderito allo sciopero moltissimi dipendenti, per una percentuale abbondantemente superiore al 70 per cento e forse vicina all’80 – dichiarano con poche sfumature sui numeri Alessandro Negro, per Filt Cgil, Marco Moretti, per Fit Cisl, Giuseppe Ponzanelli, per Uiltrasporti, Luca Simoni, per Cobas Lp, Paolo Carrodano, per Ugl, e Stefano Viani, per Faisa Cisal – a dimostrazione di quanto il tema sia sentito dai lavoratori. Ora l’azienda apra subito un tavolo di confronto”.

I lavoratori in sciopero questa mattina si sono riuniti di fronte ai cancelli del deposito di Mazzetta, ma non è avvenuto nessun incontro con i vertici aziendali, nemmeno presso la sede di Via Leopardi. I rapporti sindacali sembrano ormai ai minimi termini e solamente un repentino scongelamento delle relazioni potrà evitare la proclamazione di un nuovo sciopero nelle prossime settimane.

Più informazioni