Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"aggiustare il tiro"

Atc, i sindacati: "Non c’è un euro per i lavoratori. Piano industriale da rivedere"

La nota congiunta di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl.

Autobus Atc

“Va bene abbiamo capito, non c’è un euro per i lavoratori! Ci voleva tanto a dirlo Sig. Amministratore Delegato? Possibile che tutte le volte che dipendenti e OO.SS. chiedono qualcosa Lei, dall’alto dei suoi studi, tira fuori PEF, Forecast e così via. Noi non abbiamo i suoi titoli, confondiamo questi nomi roboanti con titoli di film e non ci capiamo più niente. Abbiamo capito solo una cosa: gliela ripetiamo perché ci pare si dica così: repetita iuvant. Il Piano Industriale è debole e l’house una chimera. Non dia la colpa a noi, non vada sempre a rivagare il passato perché in pochi mesi anche lei qualche svarione lo ha fatto; non le ha indovinate proprio tutte. E allora non abbia la coda di paglia se le diciamo che quel Piano è troppo ambizioso. Lo riveda, non c’è niente di male. Ci ha provato”. Lo scrivono in una nota scrivono Alessandro Negro per Filt Cgil, Marco Moretti per Fit Cisl, Giuseppe Ponzanelli per Uiltrasporti, Luca Simoni per Cobas Lp, Paolo Carrodano per Ugl.

“L’house – proseguono i rappresentanti delle sigle sindacali – ce lo daranno lo stesso e saremmo tutti contenti. Una volta ci ha raccontato, durante una riunione, che lei non ha difficoltà a dire di aver sbagliato. Non serve che ce lo dica. Aggiusti il tiro e finiamola. Però una cosa gliela vogliamo dire. Noi eravamo in ATC, a dare una mano, quando lei, giustamente, si faceva la sua vita con la sua azienda privata. Non ci insegni il mestiere, perché magari a volte avremmo anche sbagliato, ma da lei lezioni non ne prendiamo”.

Più informazioni