Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

"Rimossa la targa intitolata a Giacomo Bastreri, Comune la rimetta al suo posto"

Grand Hotel Portovenere

Recentemente, a sorpresa, è stata rimossa dalla sala di proprietà comunale, dedicata a Renzo Mantero nel 2012, la targa in ardesia che riportava il simbolo del Partito Comunista Italiano e l’intitolazione a Giacomo Bastreri, nostro concittadino ucciso a Porto Venere agli inizi degli anni ’20 da una squadraccia fascista proveniente dalla Spezia.
La targa, non ingombrante, era stata ufficialmente affissa in occasione del nuovo corso dei locali. Il Comune di Porto Venere, con quell’atto, intendeva preservare l’importante memoria storica dell’attività politica svolta in quella sede per un lungo periodo di tempo attraverso la passione politica e civile di tanti giovani e meno giovani di Porto Venere. Lo stesso prof. Mantero nel 1975 fu eletto come indipendente nella lista del PCI.
Non mi interessa, ora, sollevare una polemica sterile, ma, essendo stato per molti anni uno dei rappresentanti diretti della vita locale del PCI/PDS/DS, sono certo di interpretare i sentimenti di molti democratici chiedendo al Comune di sistemare nuovamente la targa al suo posto.
L’importante contributo del PCI nell’elaborare e sottoscrivere la Costituzione repubblicana; l’impegno espresso nelle diverse fasi storiche per rendere viva anche nel territorio la Politica seria e partecipata, di cui, fra i tanti, Enrico Berlinguer è stato uno dei grandi protagonisti; l’apporto messo in atto per il funzionamento delle Istituzioni e per la difesa della Democrazia italiana sono stati il frutto di una diffusa e nobile rappresentanza umana, che ancora oggi merita il giusto rispetto guardando al futuro.

Giuseppe Basso

Più informazioni