LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Due ore di sciopero

Vigilante ferito al Muggiano, Cgil: "Tavolo sicurezza non più rimandabile"

L'intervento del sindacato: "Quasi tutti i giorni ambulanze al cantiere".

Il cantiere Fincantieri del Muggiano

A pochi giorni dall’incidente avvenuto a bordo di una un nave per la marina del Qatar che ha coinvolto un lavoratore di una ditta dell’appalto e che, solo grazie al caso, non ha avuto conseguenze gravi, oggi all’interno del cantiere di Fincantieri Muggiano è accaduto un altro incidente che ha coinvolto un lavoratore dipendente di Sicuritalia, vigilanza privata. Secondo una prima ricostruzione l’uomo è stato urtato da un muletto in manovra, restando ferito a un piede.

“Un’altra vittima della logica degli appalti al ribasso- dice Luca Comiti, segretario provinciale Filcams Cgil- che non solo incide sulla retribuzione e sulla qualità del servizio, ma proprio sulle condizioni di lavoro e di sicurezza. Il committente, in questo caso Fincantieri, assieme alla ditta vincitrice dell’appalto deve farsi carico delle condizioni di sicurezza per i lavoratori, tanto più in contesti ad alto rischio come i cantieri navali.”

“Il 15 Marzo abbiamo proclamato unitariamente a Fim e Uilm due ore di sciopero per protestare e denunciare una situazione ormai fuori controllo- incalza Mattia Tivegna, Segretario provinciale Fiom Cgil- ma da quel giorno siamo oggi al terzo incidente. Quasi quotidianamente ambulanze entrano all’interno del cantiere per intervenire su incidenti più o meno gravi, un quadro non più tollerabile. Non è più rimandabile l’attivazione di un tavolo provinciale permanente che coinvolga RLS, sindacati territoriali, organi di controllo e istituzioni con lo scopo di trovare soluzioni a quella che è ormai una quotidiana situazione di rischio per l’incolumità di chi opera all’interno del cantiere.”

Più informazioni