Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Contratto di fiume, tappa al Parco di Montemarcello per Benifei

Benifei al Parco di Montermarcello

Nell’ambito dei confronti tecnici avviati dall’Ente Parco per la conoscenza specifica dei Contratti di Fiume, si è svolto stamani un primo incontro con l’europarlamentare Brando Benifei.
L’incontro è stato proficuo per la conoscenza della possibilità d’intervento derivante dalle Direttive europee “Direttiva quadro sulle acque” (Direttiva 2000/60/EEC) e “Direttiva Alluvioni” (Direttiva 2007/60/EEC).
Lo strumento c’è, è il Contratto di fiume. E’ un accordo volontario tra soggetti che hanno responsabilità nella gestione e nell’uso delle medesime acque, nella pianificazione del medesimo territorio e nella tutela del medesimo ambiente, per coordinare gli sforzi, la raccolta e l’impiego delle risorse. Lo ha “inventato” la tanto vituperata Unione Europea con le Direttive indicate.
Più volte all’anno, di fronte a danni sempre maggiori e sempre più costosi, dobbiamo prendere atto che manca la prevenzione. E non per mancanza di risorse, perché la prevenzione costa meno dei danni, ma per l’incapacità di utilizzarle. Oggi è il momento di agire sulla risorsa acqua, non negoziabile, perché i cambiamenti climatici la rendono ogni giorno più scarsa ed imprevedibile.
L’Ente Parco c’è. Può svolgere un compito di coordinamento a supporto dei vari soggetti interessati al fiume.
L’europarlamentare Benifei si è inoltre impegnato a sensibilizzare la sua parte politica a un tema essenziale quale quello della tutela delle acque.