Quantcast
Anarchici in questura fino a tarda notte, tutti denunciati - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Anarchici in questura fino a tarda notte, tutti denunciati

Scattano i provvedimenti per il blitz 'coloristico' in centro città. Per dieci dei fermati c'è il foglio di via.

Sono finiti in nottata gli accertamenti e la ricostruzioni dei fatti relativi al blitz degli anarchici che ha tinto di rosso il capoluogo ieri sera. Erano le due quando i protagonisti dell’azione, quattordici in tutto, hanno potuto lasciare la questura. Ecco i fatti ricostruiti dalle forze dell’ordine: erano le 17.30 di ieri sabato 5 gennaio quando il gruppo di anarchici, di provenienza italiana ed estera, si è ritrovato estemporaneamente in centro città e ha lanciato vernice rossa all’interno della fontana di Piazza Garibaldi, lungo via Prione e in altre vie cittadine, destando sconcerto tra i tanti passanti – sono partiti i saldi – e gli avventori dei pubblici esercizi. Nella circostanza sono anche stati affissi dei volantini su vari negozi e attività commerciali, volantini in cui Spezia vendicata come un luogo “dove ha sede un porto civile e militare da cui vengono importate materie prime che provengono da guerre anche economiche e da devastazione ambientale” e che esprimono solidarietà con alcuni detenuti e con tutti gli inquisiti dell’operazione ‘Panico’ di Firenze, relativa alla devastazione con un ordigno della saracinesca di una libreria riconducibile all’estrema destra, circostanza nella quale un artificiere della Polizia di Stato, nel tentativo di disinnescare la bomba, riportò gravissime lesioni.

Dopo l’azione gli anarchici si sono dispersi nel centro città ma il rapidissimo intervento della Squadra volante, degli uomini della Digos e di alcune pattuglie della Squadra mobile dei carabinieri hanno consentito di rintracciare tutti i 14 soggetti autori dell’azione. Questi sono stati identificati e denunciati per danneggiamento aggravato in concorso e per dieci di loro, già gravati da precedenti penali, è stata applicata la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio firmato dal questore della Spezia, che impone il divieto di rientro nel territorio comunale per tre anni. Inoltre per uno del gruppo, un cittadino francese, è stata applicata la misura di prevenzione dell’avviso orale. L’autorità giudiziaria è stata opportunamente informata del tutto. Come detto, verso le due di notte i quattordici fermati hanno lasciato la questura.