Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Per il parco delle cinque terre

Arriva la storia di “Rino e il viaggio intorno a casa” per il Parco Nazionale delle Cinque Terre

“Rino e il viaggio intorno a casa”

Annamaria Giannetto Pini, giornalista, illustratrice e blogger di Cittadellaspezia, esperta di viaggi con bambini, ha scritto la storia Rino e il viaggio intorno a casa (Edizioni ETS), ambientata nel Parco delle Cinque Terre. Il racconto fa parte della collana “Pijamini – Avventure per l’ambiente e per le aree naturali protette” diretta da Dario Franchello. Le illustrazioni, sempre ad opera dell’autrice, sono state realizzate su tovagliette di carta utilizzate da alcuni ristoratori del Parco per apparecchiare le tavole. Prima presentazione venerdì 6 luglio alle 21.30 presso il Castello di Riomaggiore in collaborazione con la proloco. L’autrice animerà la presentazione con un laboratorio rivolto ai bambini in cui verrà realizzato un gabbiano di carta, protagonista della storia. Il libro è in vendita nelle librerie della Liguria e su http://www.edizioniets.com/scheda.asp?n=9788846751164.

Sullo sfondo il paesaggio incantevole delle Cinque Terre e, appollaiato sulla prua della barca, il gabbiano Ernesto, imbattibile ladro di oggetti curiosi e di focaccia. Rino, il giovane protagonista, un abile marinaio con il mito del nonno pescatore, fa collezione di foto dei turisti che affollano i caruggi di Manarola e detesta tutta quella gente che, proveniente dai paesi più lontani, invade il suo spazio vitale. È legato al suo microcosmo e di lì non schioda. Ma Ernesto lo cattura in un vortice magico. Rino è preso in un volo da capogiro che lo trascina in una straordinaria avventura: incontra la piccola Lu, si inebria al profumo dello zafferano e si perde tra paesaggi di ineguagliabile fascino. Sperimenta il brivido della cremagliera impazzita, scende in fondo al mare dove Lu chiacchiera con le acciughe, incontra il gigante di Monterosso e dialoga con l’ectoplasma del poeta Montale. La vera sfida per lo scontroso Rino sarà quella di ritrovare la strada di casa e, alla fine, riuscire a comprendere che la bellezza naturale che lo circonda è un dono prezioso da condividere con il mondo intero.

ESTRATTO DAL LIBRO:
Fu poco dopo Vernazza, quando la spiaggia di Monterosso, sovrastata dai binari della ferrovia, appariva sempre più vicina, che Ernesto si staccò dalla barca prendendo quota. – Era ora! – sbuffò Rino sollevato, ma cantò vittoria troppo presto. Il gabbiano planò dopo poche decine di metri, in un punto roccioso sotto un’alta falesia, e sbattendo le ali iniziò a guardare il ragazzo con insistenza, quasi a invitarlo a raggiungerlo. Rino non riusciva a crederci. – Ci manca solo che parli e… altro che Harry Potter! Almeno lui aveva una civetta come amica, io un gabbiano ammattito!
Nonostante tutto, anche questa volta il piccolo uomo di mare non poté fare a meno di assecondare Ernesto o, forse, il proprio istinto. Remò nella direzione del gabbiano, ci mise poco a raggiungerlo, e quando fu di fronte a quel frenetico sbatter d’ali, si fermò. L’uccello placò il movimento e ricompose la sua figura fino a tornare immobile. Quello che fece poco dopo, cambiò per sempre la vita di Rino.

L’autrice
Annamaria Giannetto Pini è giornalista, laureata in Turismo alla Cattolica di Brescia, ha frequentato il corso di Laurea Magistrale in Editoria di Genova e l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Negli ultimi anni ha scritto soprattutto di itinerari turistici, curando alcune rubriche specializzate in viaggi con bambini. Come illustratrice si è formata alla Scuola Internazionale di Illustrazione S. Zavrel di Sarmede (TV) e seguendo corsi tematici tenuti da nomi importanti dell’editoria per ragazzi. Ha illustrato: Giuppo e le stelle Ed. Edera (Vicenza, 2016), La favola della Marocca di Casola Ed. Giacchè (La Spezia, 2014), Antichi Mestieri Ed. Bastiani (Treviso, 2013), Incanto Ed. Onix (Roma, 2008) e ha curato testo e immagini della linea editoriale rivolta ai più piccoli per la rete museale Terre dei Malaspina e delle Statue Stele (Provincia di Massa Carrara, 2013).