Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Carlo Padova prende servizio presso la caserma di Aulla

Roberto Valettini - Candidato sindaco Aulla

Stamani il sindaco Roberto Valettini ha incontrato, presso il proprio ufficio in municipio, il nuovo comandante della caserma dei Carabinieri di Aulla, Carlo Padova, il quale prestava servizio a Mulazzo.
L’incontro è avvenuto alla presenza del nuovo comandante dei Carabinieri della compagnia di Pontremoli, Andrea Quattrocchi, proveniente da Roma, e il tema affrontato è stato quello della microcriminalità, anche a seguito della brillante operazione di controllo del territorio condotta sabato sera ad Aulla dagli uomini in divisa.
”D’altronde, qui la microcriminalità converge anche dai paesi limitrofi, rendendo Aulla – ha commentato Valettini a margine dell’incontro – una piazza di spaccio di sostanze stupefacenti equiparabile ad altre località vicine e ben più frequentate.
E’ per questo che occorre una presenza discreta e assidua delle Forze dell’Ordine, che sia in armonia con il Comune e la popolazione”.
Al termine di un incontro che può essere definito sia di cortesia che operativo, il primo cittadino aullese e i due militari dell’Arma dei Carabinieri si sono recati alla caserma dei CC di Aulla per un sopralluogo alla struttura, con la finalità di verificare le condizioni per un suo ampliamento e una sua trasformazione in tenenza.
Un auspicio, quello di avere una tenenza dei CC ad Aulla, che Valettini aveva già espresso appena eletto alla carica di sindaco.
”Torniamo con fermezza a chiedere – ha detto Valettini alla conclusione del sopralluogo – che si inizi la procedura burocratica per avere una tenenza dei Carabinieri ad Aulla.
Ognuno faccia la sua parte per centrare questo obiettivo, con il coinvolgimento anche della Provincia di Massa Carrara, proprietaria del terreno su cui sorge la caserma.
Un obiettivo che, se centrato, consentirebbe di ampliare la caserma trasformandola in tenenza, con un ingresso in più su piazza Martiri di Nassiriya, oltre a quello esistente su via Nazionale.
E se si concretizzasse anche lo spostamento della tenenza della Guardia di Finanza da quartiere Matteotti alla limitrofa piazza Roma, all’interno della dismessa stazione ferroviaria, si otterrebbe un autentico polo della sicurezza nel giro di pochi metri”.

Più informazioni