Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Niente festival hardcore a Luni, organizzatori non ci stanno

Annullato il programma di dodici ore previsto per sabato sera. Nei giorni scorsi amministrazione aveva chiesto ulteriore documentazione.

Import 2017

Tanti giovani appassionati di musica hardcore e frenchcore erano pronti ad arrivare a Luni da buona parte della Liguria e dalla Toscana ma la festa a 48 ore dal via l’evento “Dreamfest – the next dimension” è stato annullato. Presso il campo sportivo “Parodi” era infatti in programma un festival di dodici ore consecutive con una line-up composta da quasi venti fra dj ed mc della scena che avrebbero richiamato diverse centinaia di persone. Nella serata di ieri però gli organizzatori di Hard Eventi Italia, che ha sede a Carrara, tramite la pagina dell’evento su Facebook (online da metà maggio) hanno comunicato: “grazie ai pregiudizi, alla disinformazione e alla malafede verso noi giovani, a cinque giorni dalla data prevista per l’evento, ci hanno ritirato il permesso di poter svolgere lo spettacolo presso il campo sportivo Gaggio di Ortonovo. Nonostante il possesso di regolare documentazione di tipo tecnico – si legge – legale e concessivo, siamo stati catalogati come degli individui pericolosi, mentre la vera e propria motivazione non ci è stata spiegata”. Dopo aver provato a spostare il festival a Capannori gli organizzatori hanno quindi dovuto annullare definitivamente l’evento per motivi burocratici con il comprensibile disappunto dei tanti ragazzi che erano pronti a godersi le dodici ore di musica elettronica.
Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale aveva segnalato la mancanza di un adeguato piano sicurezza anche a fronte delle novità introdotte nell’organizzazione di eventi pubblici dopo i fatti di Torino in occasione della finale di Champions League.