Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cultura e Spettacolo

Dai disturbi dell’apprendimento a un racconto fantastico

Marlene nel paese senza lettere

Martina Cecchi, docente e pedagogista spezzina specializzata in didattica e psicopedagogia per i disturbi dell’apprendimento, ha da poco pubblicato un libro, sia in ebook che in cartaceo: “Marlene nel paese senza lettere”, presentato presso la libreria Ricci a novembre.
E’ un racconto fantastico per bambini/e che ha come tematica di fondo i disturbi dell’apprendimento – un tema molto attuale e a me molto caro – ma che allo stesso tempo si configura per essere una piacevole lettura per ogni bambino/a, anche in assenza di specifiche difficoltà scolastiche.
La protagonista è una bambina che frequenta con fatica e frustrazione la classe 1° della scuola primaria. All’indomani della consegna delle pagelle, si ritrova in un paese sconosciuto dove le lettere non esistono. Grazie a Michele e Camilla, arriverà dalla strega Dislèxia, l’unica in grado di riportarla a casa. Conoscendola, scopriranno che è stata proprio quest’ultima ad eliminare dal paese tutti i segni scritti, a causa della sua difficoltà nel leggere gli incantesimi.
Il testo è scritto utilizzando un font free ad alta leggibilità ed altre accortezze per renderlo facilmente accessibile.
I disegni sono della bravissima Rita Cardelli, disegnatrice bolognese famosa per le sue “Nasute”.
“La lettura di questo semplice racconto, a mio avviso, permette di affrontare diverse tematiche dalle forti connotazioni didattiche ed educative, inserendolo così nella letteratura per l’infanzia pedagogicamente orientata”, spiega l’autrice.