LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Attualità

Il miraggio Spezialand monta a suon di firme

La centrale Enel vista da Pietralba di Arcola

“La raccolta firme per Spezialand procede a gonfie vele”. Lo annuncia l’architetto Marco Tarabugi, grandi animatore del sogno di un parco divertimenti per il futuro dell’area ora occupata dalla centrale Enel “Eugenio Montale”. Dopo dieci giorni di raccolta firme il bilancio è di circa 150 spezzini che si sono recati a lasciare un autografo all’Urp del Comune spezzino per l’istituzione del referendum consultivo il cui testo recita: “Si richiede che venga presa in considerazione una destinazione d uso dell’area dell’ex Enel diversa da quella industriale in modo da poter valutare anche la realizzazione di un grande parco giochi (in virtu’ della stesura del nuovo Puc e dei tavoli Istituzionali in corso)”.

“Oltre che al Comune spezzino si può firmare anche presso i Comuni di Arcola e di Beverino, a dimostrazione di come il progetto sia sentito anche a livello provinciale – continua Tarabugi -. Raccolte le firme necessarie (per partire ne servono 100) queste verranno consegnate direttamente al Sindaco il quale sottoporrà la richiesta ad una Commissione composta dal presidente del Tribunale, dal presidente dell’Ordine degli Avvocati e dal segretario generale del comune. Successivamente avendo ricevuto parere positivo sia dalla commissione che dal Consiglio comunale le firme necessarie richieste saranno 3500. Per tale motivo ci organizzeremo in maniera capillare sul territorio cittadino. Ringrazio chi ha firmato, chi lo farà nei prossimi giorni (ce tempo fino al 20 dicembre) e chi non ha potuto farlo perché residente in un altro comune. Una firma per il futuro della città e dei nostri figli”.

Più informazioni