Quantcast
La Spezia commemora il sacrificio di Salvo D'Acquisto - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Attualità

La Spezia commemora il sacrificio di Salvo D’Acquisto

Mattinata toccante alla caserma di Migliarina: presente la nipote del brigadiere, ucciso il 23 settembre di 73 anni fa.

Si è svolta questa mattina, presso la sede del Comando provinciale dei Carabinieri della Spezia, la commemorazione del 73° annuale del sacrificio del vice-brigadiere Salvo D’Acquisto. Nell’occasione è stata celebrata la giornata degli anziani e della solidarietà fra le generazioni. La cerimonia assume un particolare significato in considerazione che, come è stato ricordato dal Comandante Provinciale, colonnello Gianluca Valerio, sono solo cinque i Comuni d’Italia che annoverano presidi dell’Arma dedicati a Salvo D’Acquisto, tra cui la Spezia. All’iniziativa, organizzata con il contributo del Comune di Follo e dell’associazione Villaggio Famiglia Onlus della Spezia, ha presenziato Liliana D’Acquisto, nipote di Salvo. Oltre alle Autorità locali civili e militari vi hanno preso parte gli oltre 200 alunni della Scuola Istituto Comprensivo di Follo, anch’essa dedicata all’eroico sottufficiale, che hanno incorniciato con un tricolore di berrettini il parterre dei presenti.

Dopo l’esecuzione dell’Inno di Mameli, da parte della Banda di Presidio della Marina Militare della Spezia, e la resa degli onori ai caduti il noto giovane attore spezzino Davide Faggiani ha recitato un brano liberamente tratto da “Storia di un Eroe” di Enzo Biagi, che ha rievocato le ultime ore del Vice Brigadiere Salvo D’Acquisto, prima dell’estremo sacrificio. Tutto il brano, sapientemente interpretato dal Faggiani, è stato toccante, particolarmente significativo, perché testimonia da sempre la vicinanza dell’Arma alle popolazioni, il seguente passo: Salvo D’acquisito “sa che fin che lui riuscirà a presidiare il suo territorio, fin che lo vedranno camminare di notte di pattuglia col moschetto a tracolla, fin che sapranno che nella torre ci sono i carabinieri, i paesani si sentiranno più sicuri; ecco, forse per la prima volta, il vice brigadiere d’Acquisto si sente l’uomo della legge. La legge, a Torrimpietra, è un giovanotto di quasi ventitré anni che, quando tutti erano smarriti o angosciati, é rimasto al suo posto, come gli avevano comandato”.

Dopo le allocuzioni del Colonnello Gianluca Valerio, Comandante Provinciale dei Carabinieri della Spezia, del Sindaco di Follo, Giorgio Cozzani, e del Cav. Bruno Dal Molin, presidente dell’Associazione Villaggio Famiglia Onlus della Spezia, la signora Liliana D’Acquisto ha consegnato alla professoressa Rosi, preside della Scuola Istituto Comprensivo di Follo, e ad una rappresentanza degli alunni, un quadro dipinto dall’artista spezzina Lucilla Guani, raffigurante il Vice Brigadiere Salvo D’acquisto nell’eroico atto di immolarsi nel salvare le decine di persone innocenti. La cerimonia si è conclusa sulle note della Fedelissima, marcia d’ordinanza dell’arma dei Carabinieri.

Più informazioni