Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Attualità

Risorse idriche: il caso Wisdom e le ricadute sul territorio provinciale

Un momento del convegno sul caso Wisdom

Questa mattina si è tenuto nella Sala consiglio della Provincia della Spezia il convegno dal titolo “Progetti europei sulle risorse idriche: il caso Wisdom e le ricadute sul territorio della provincia” organizzato dall’ente di Via Veneto attraverso l’Ato idrico Est in collaborazione con D’Appolonia S.p.A. e Società Acquedotti Tirreni S.p.A, finanziato dal settimo programma quadro – Progetto Wisdom, a cui hanno partecipato numerose autorità, rappresentanti dei gestori idrici e alcuni alunni degli istituti scolastici Cardarelli e Capellini.

Il convegno, aperto dal prefetto della Spezia Mauro Lubatti, ha visto gli interventi del vice presidente della Provincia Alberto Battilani, dell’assessore alle Infrastrutture, Ambiente e Difesa del suolo della Regione Liguria Giacomo Giampedrone e dell’europarlamentare Brando Benifei per illustrare il ruolo degli enti pubblici nella pianificazione e gestione del Servizio idrico integrato.
Gli interventi tecnici sul tema della gestione delle risorse idriche e delle azioni specifiche in corso sul territorio realizzate grazie al progetto “Wisdom” sono stati a cura di Ettore Antonelli (Società Acquedotti Tirreni S.p.A.), di Marco Casarino (direttore dell’Ato Est della Provincia della Spezia), del professor Rudy Rossetto (Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa) e di Gianpiero Brozzo (Acam Acque S.p.A.).
L’ingegner Alberto Musetti e la dottoressa Elenia Duce (D’Appolonia Spa) hanno chiuso il convegno illustrando come il progetto Wisdom si integri nel contesto smartcities.
Il progetto Wisdom è sviluppato da un consorzio multidisciplinare con partner provenienti da quattro diversi Paesi europei (Italia, Francia, Spagna e Regno Unito) ed è composto da quattro operatori/autorità dell’acqua (Società Acquedotti Tirreni, Provincia della Spezia, Municipalità e utility della città di Cardiff), due università (University of Cardiff e Imperial College of London), un centro di ricerca (Centre Scientifique et Technique du Batiment), due società di consulenza ingegneristica (D’Appolonia SpA e Idran Ingegneria e Tecnologia srl) e due partner industriali (Intel e Advantic Sistemas y Servicios sl).

Più informazioni