LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sarzana capitale del vivere sano e vegetariano

Dal 24 al 27 luglio la Cittadella ospiterà il primo festival interamente dedicato al mondo vegetariano con intrattenimento, conferenze e spazi espositivi. "Un momento di approfondimento aperto a tutti e un'occasione per la città".

Import 2015

Etica, rispetto e sostenibilità sono i tre valori che hanno portato alla nascita di “Castle Vegetarian Festival” che dal 24 al 27 luglio farà di Sarzana e della sua Fortezza Firmafede la capitale nel mondo vegano e vegetariano, non solo a livello nazionale dove si pone come unico evento estivo ma anche internazionale dato le locandine sono apparse anche a Londra e Zurigo e sul sito ufficiale (www.castlevegetarianfest.it) si susseguono contatti da California, Russia e Francia.
Il merito è tutto dell’associazione GreenHope Sarzana che pensato e realizzato l’evento con il sostegno convinto dell’amministrazione comunale. “Il supporto del Comune è stato importante – sottolinea la presidente Laura Tonarelli – e nonostante il nostro gruppo sia molto ridotto siamo riusciti ad autofinanziare tutto il festival grazie anche all’aiuto dei tanti volontari e di tutte le persone e le aziende che hanno creduto nei valori dell’iniziativa. L’associazione è nata a dicembre anche con l’intento di concretizzare un progetto che oltre a diffondere ed approfondire temi nei quali crediamo fortemente rappresenta anche una grande risorsa per la città dato che tutte le persone che interverranno saranno ospitate qui”.
E non saranno poche, visto che da venerdì a lunedì la Cittadella accoglierà 106 espositori, 26 relatori e tutti gli artisti che si esibiranno ogni sera. “La programmazione artistica sarà molto ricca e rivolta a tutti – aggiunge Tonarelli – perché la nostra festa non si rivolge solo ai vegetariani ma vuole essere un momento di divertimento e approfondimento per tutta la città”. Un programma ricco, che si snoderà attraverso tutti le zone della struttura medievale, con il palco della piazza D’Armi che ospiterà conferenze e spettacoli principali, l’area merceologica dello street food vegan nel fossato dove ci sarà anche l’enoteca sotto le stelle con il vino biodinamico e gli spazi per gli show cooking realizzati dai partner commerciali che faranno dimostrazioni e daranno informazioni sui prodotti. Un percorso itinerante all’insegna dei sapori e dei valori veg che verranno contestualizzati anche in mostre fotografiche, workshop, e nel convegno ECM dal titolo “Alimentazione e salute: fa che il cibo sia la tua medicina”.

“Siamo contenti di poter ospitare una manifestazione che guarda con interesse e convinzione ad una nuova tendenza molto sentita – commenta il sindaco Alessio Cavarra – gli organizzatori da un anno lavorano con grande impegno alla realizzazione di un festival che crediamo possa diventare un appuntamento fisso nell’estate sarzanese”.
“Indipendentemente dalle abitudini alimentari di ciascuno – prosegue l’assessore Sara Accorsi – la cultura vegana e vegetariana pone l’accento su valori come eticità del comportamento, rispetto dell’ambiente e sviluppo sostenibile che noi riteniamo fondamentali e sui quali è opportuno riflettere. Inoltre il filo conduttore del ‘vivere bene’ riguarda da vicino anche alimentazione e attenzione alla salute, temi che è giusto ed importante approfondire. Gli organizzatori – conclude – ci hanno messo grande dedizione ed impegno e siamo sicuri che i loro sforzi verranno ripagati”.

L’ingresso l’unico per le singole giornate costerà 10 euro mentre sarà possibile sottoscrivere abbonamenti con agevolazioni. Con il biglietto (prevendite su Viva Ticket o allo Iat di piazza San Giorgio) sarà consegnata anche una borsa appositamente realizzata contenente alcuni prodotti.