Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Spezia calcio

Il Pisa

I nerazzurri sono reduci dal ko di Cesena. Con lo Spezia forse rientra Cagnale

Dopo la terribile sconfitta patita lo scorso Giugno in quel di Bergamo in occasione delle finale play off contro l’Albinoleffe, a Pisa erano stati fatti progetti ambiziosi anche per questa stagione nella speranza di evitare quella tradizione negativa che vede ogni anno in estrema difficolta’ le squadre uscite malconce dagli spareggi (vedi Spezia e Lucchese nella passata stagione). Anche per questo motivo, oltre alla conferma del blocco voluto da Simonelli, erano arrivati sotto la torre giocatori di spessore come Melucci e Lorenzini: l’obiettivo era vincere il girone. Purtroppo per il Pisa, pero’, quest’anno e’ venuto fuori il miracolo Arezzo e inoltre anche la “maledizione” dei play ha colpito ancora facendo esprimere i nerazzurri a corrente alternata. Ecco allora che, proprio quando sembrava imboccata la strada giusta sono arrivate brutte sconfitte (vedi quella casalinga con il Novara o quella di Cesena) che hanno tarpato le ali ai sogni dei toscani. Domenica, in occasione del derby con lo Spezia, Simonelli cerchera’ il riscatto. In fase di recupero alcuni infortunati: Cagnale, Capuano e Lorenzini. Veniamo ora al probabile undici: Mancini tra i pali e’ una sicurezza e dall’alto della sua esperienza (Foggia, Napoli, Lazio tra le altre) sa impartire ordini alla difesa. A quattro, dietro, dovrebbero disporsi, da destra a sinistra, Bonadei, Cagnale, Bettini e l’ex Melucci. Crediamo infatti che Cagnale alla fine sara’ del match: con Bettini, costituisce una delle coppie centrali piu’ forti del girone. Molto forti di testa, sono molto affiatati e sanno montare una marcatura serrata sull’avversario. A centrocampo, probabilmente giocheranno Fialdini a destra (uomo molto pericoloso in fase offensiva ed abile nell’uno contro uno), il baby Mannini a sinistra (giovane molto interessante che sa trovare la via del gol) con Furiani (il polmone della squadra) ed Anaclerio (la vera mente del gioco nerazzurro dato che da lui passano tutte le palle pericolose) centrali. In avanti, a fianco di Ambrosi (il cannoniere toscano, l’uomo chiave del reparto) probabile la conferma di Guariniello dato che Lorenzini non sara’ ancora al meglio dopo l’infortunio patito.

Più informazioni