LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Riunione in prefettura sulla sicurezza, focus sui comuni di Sarzana e Vernazza

Import 2016

Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica si è riunito questa mattina in prefettura per esaminare alcune ordinanze sindacali di sicurezza urbana predisposte dai Comuni di Sarzana e Vernazza per contrastare alcuni fenomeni che si verificano soprattutto nel periodo estivo.
Alla riunione, presieduta dal prefetto, hanno partecipato, oltre al sindaco di Vernazza, Enzo Resasco, e al vice sindaco di Sarzana, Elisabetta Ravecca, anche il questore, Vittorino Grillo, il comandante provinciale della Guardia di finanza, Enrico Mion, i rappresentati del comando provinciale dei Carabinieri e del comando provinciale del Corpo forestale dello Stato e i comandanti delle Polizie municipali della Spezia e Sarzana, Alberto Pagliai e Marina Musetti.

Nel corso dell’incontro, sono state esaminate tre ordinanze predisposte dal Comune di Sarzana, rispettivamente per il contrasto della prostituzione su strada, dell’accattonaggio molesto e del campeggio abusivo su aree pubbliche di caravan e veicoli comunque attrezzati per l’uso abitativo.
Il Comune di Vernazza ha, invece, chiesto il preventivo assenso del Comitato per l’emanazione di due ordinanze, una per il contrasto dell’accattonaggio molesto e l’altra volta a vietare la vendita e il consumo di bevande in contenitori atti ad offendere.

In proposito, il Comitato ha ritenuto che tali provvedimenti sindacali – già adottati lo scorso anno – costituiscono importanti strumenti che integrano i dispositivi adottati in seno allo stesso Comitato per il controllo del territorio e, più in generale, per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.
Il Comitato ha quindi espresso parere favorevole all’emanazione delle suddette ordinanze, pur con alcune prescrizioni circa il contenuto e l’ambito di applicazione dei provvedimenti medesimi.
I temi trattati hanno fornito anche l’occasione per una valutazione complessiva della situazione dell’ordine e sicurezza pubblica nei due comuni, con particolare riferimento alle principali criticità che si registrano in quei territori: è stato preso atto con soddisfazione che le misure adottate, in particolare il potenziamento dell’attività di controllo del territorio – con il concorso di tutte le forze di polizia e delle Polizie municipali e con il supporto dei reparti specializzati della Polizia di Stato – e l’attuazione di mirate e articolate strategie per il contrasto dei reati predatori (soprattutto dei furti in abitazione e dei borseggi), hanno consentito di conseguire risultati molto positivi.

Nel corso della riunione, infine è stato esaminato lo stato di attuazione del progetto di implementazione dei sistemi di videosorveglianza nel Comune della Spezia e di riposizionamento di alcune telecamere in funzione delle esigenze di controllo del territorio e di supporto alle attività investigative volte all’individuazione dei responsabili dei reati.

Più informazioni