LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Spezia calcio

Volpi diventa il primo partner del calcio nigeriano

Accordo tra la Orlean Invest e la Federazione calcistica del Paese africano, a firmarla Damir Miskovic: "Faremo calcio gratis".

Posti riservati a Volpi al Picco

“Una spinta enorme per il calcio nigeriano”. Così il presidente della Lega nigeriana Alhaji Aminu Maigari ha definito l’accordo con la Orlean Invest West Africa Limited, firmato giovedì scorso da Damir Miskovic ad Abuja. Mentre lo Spezia viaggiava verso Cesena per cercare una vittoria fondamentale per riaprire il proprio campionato, migliaia di chilometri più a Sud, l’impero sportivo-economico di Gabriele Volpi aggiungeva una nuova pedina alla propria scacchiera internazionale.
La costruzione di tre campi da calcio – di cui uno in sintetico – nell’immediato, la fornitura di attrezzature e di know-how, che sarà portato da una schiera di tecnici croati in arrivo nel Paese africano. Queste le basi dell’accordo. “Abbiamo operato in Nigeria negli ultimi 26 anni – le parole di Damir Miskovic, riportate dal quotidiano Voice of Nigeria – Abbiamo assunto più di 20mila lavoratori nella zona del Delta, come parte della responsabilità che sentiamo di avere verso la comunità. Ma credo che possiamo fare ancora qualcosa di importante nel calcio: ero un giocatore anch’io d’altra parte”.

L’azienda di Gabriele Volpi diventa quindi il partner più importante della NFF (Nigeria Footbal Federation) in un momento in cui la nazionale biancoverde vive un forte rilancio seguito alla vittoria della Coppa d’Africa. Un rilancio soprattutto di immagine, dopo che nel 2010 la stessa federazione era stata sospesa dalla Fifa per qualche giorno a causa delle pesanti “interferenze governative”. Maigari non ha esitato a definire quindi l’accordo uno “spartiacque” nella storia del calcio nigeriano: “Questo è un giorno che rimarrà per sempre nella nostra memoria”.
“L’anno scorso ho portato circa trenta ragazzi in Croazia – ha detto inoltre Miskovic – e questi hanno vinto una coppa sconfiggendo una serie di squadre giovanili internazionali e portando a casa anche i riconoscimenti per il miglior giocatore, il miglior portiere e la migliore squadra. Per questo abbiamo deciso di chiedere alla NFF di garantirci spazi per sviluppare infrastrutture e svolgere attività calcistica gratuita”.

Il riferimento è ovviamente all’Accademia di Abuja – anche il direttore Alhaji Husseini Garba era presente alla cerimonia -, la cui squadra ha vinto la scorsa edizione del Kvarnerska Rivijera che si tiene ogni anno a Rijeka. Il bomber di quella squadra, Umar Sadiq, gravita oggi attorno allo Spezia, pur allenandosi con la Lavagnese insieme a un altro ragazzo di quella formazione (leggi CDS del 17 ottobre 2013).
La Orlean Invest investe una quota che può arrivare fino al 2% del proprio fatturato annuo nel trust Stichting Social Sport, registrato in Olanda. Il trust a sua volta possiede al 100% lo Spezia Calcio e al 70% il Rijeka.

Più informazioni