Quantcast
C1/A: Le partite della nona giornata ai raggi X. - Citta della Spezia
Spezia calcio

C1/A: Le partite della nona giornata ai raggi X.

Grande spettacolo all'Arena, prima vittoria della Spal.

Il punto: Sono 23 i gol della nona giornata in serie C1 girone A. L’Arezzo capolista pareggia a Busto Arsizio nell’unica partita finita senza reti. Non una prova esaltante per i ragazzi di Somma che comunque mantengono le distanze dalle inseguitrici. Al secondo posto si insidia il Cesena che batte il Lumezzane nello scontro diretto per il secondo posto: per i romagnoli è un buon momento, per i bresciani seconda sconfitta consecutiva dopo un mese e mezza di imbattibilità. In scia alle prime tre ecco un folto gruppo con moltissime squadre dalle prospettive diverse. Il Padova pareggia a Pistoia, Pisa e Lucchese danno vita ad un derby spettacolare e combattuto come da tradizione che finisce sul 3-3 e non serve a nessuna delle due. Il Cittadella conquista una preziosa vittoria ai danni di un Rimini che già da un po’ di tempo sta attraversano una fase delicata. Intanto il Cittadella arriva a 7 risultati utili consecutivi. Torna nelle posizioni che contano anche lo Spezia che conquista altri tre punti ai danni della Torres Sassari. Delusione Reggiana: al “Giglio” i ragazzi di Cadregari rischiano il ko con il Prato e riescono ad acciuffare il pareggio grazie a Goretti. Prima vittoria in campionato per la Spal che segna tre gol al Varese dopo averne fatti solo due nelle prime otto giornate di campionato: buon esordio per il nuovo tecnico Discepoli che riporta il sorriso in casa ferrarese. L’ultimo successo al “Paolo Mazza” risaliva al 21 Aprile 2003 quando a farne le spese era stata la Carrarese.

Ecco nel dettaglio cosa è successo sugli altri campi della serie C1/A:

Cesena-Lumezzane 3-1: Vittoria e sorpasso da parte del Cesena ai danni del Lumezzane. I romagnoli vanno subito in vantaggio: al 6’ Cavalli trasforma un rigore fischiato per un fallo di mano di Cortellini su cross di Ambrogioni. Poco dopo il ventesimo Ambrogioni conclude di prima intenzione per il raddoppio interno. Il 2-0 non scompone il Lumezzane che col passare dei minuti vengono fuori. Al 67’ Sinigaglia trova l’angolino alla destra di Indiveri con un rasoterra dal limite dell’area, riaprendo così la partita. I bresciani si riversano nella metà campo cesenate lasciando ampi spazi al contropiede interno: puntualmente su una di queste ripartenze il Cesena triplica con il gol di Ongfiang al 94’.

Novara-Pavia 2-0: Il Novara liquida il Pavia e vendica le sconfitte patite nel campionato di C2 dello scorso anno. Punteggio giusto con un gol per tempo a coronamento di una prestazione eccellente contro un Pavia molto aggressivo e combattivo ma con evidenti limiti in fase offensiva. Al 41’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Palumbo pesca in mischia Cioffi che con un tocco ravvicinato porta in vantaggio il Novara. Nei minuti di recupero raddoppio di Carlet in contropiede al termine di un’incontenibile cavalcata di Omolade.

Pisa-Lucchese 3-3: Grande spettacolo all’Arena Garibaldi per lo storico derby tra Pisa e Lucchese. Già dopo soli 20 secondi gli ospiti vanno in vantaggio con un’azione personale di Carruezzo. Il Pisa reagisce e al 18’ pareggia: corner di Fialdini e colpo di testa vincente di Lorenzini. I diecimila dell’Arena non possono davvero lamentarsi dello spettacolo in campo… Al 25’ rossoneri di nuovo avanti con un bolide di Masini dal limite dell’area. Questa volta il Pisa si disunisce non riuscendo a riprendere in mano il gioco. Quando Piovani firma il tris su punizione la partita sembra finita e invece i nerazzuri reagiscono con grandissimo orgoglio accorciando le distanze al 64’ con un rigore di Ambrosi e pareggiando incredibilmente al 96’ con Fialdini in mischia.

Pro Patria-Arezzo 0-0: gara controllata nella prima parte poi è stata la Pro Patria a farla da padrone meritando qualcosa in più di un semplice pareggio. Nella ripresa almeno tre occasioni da gol per i bustocchi, prima con un tiro fuori di poco di Kalupoi con una deviazione di Boscolo e infine con Karassavidis che sbaglia da facile posizione. Arezzo incolore, si salva in parità.

Cittadella-Rimini 1-0: Settimo risultato utile consecutivo per il Cittadella, ancora un ko per il Rimini che rende il momento assai delicato. Non è stata una grande partita quella del Tombolato: poche emozioni in una giornata glaciale. Il gol partita è di Mazzoleni al 63’ che conclude a rete con un grande diagonale a mezz’altezza da circa venti metri.

Pistoiese-Padova 1-1: Alla fine del primo tempo Pistoiese in vantaggio con Ciccio Artistico che è il più lesto a raccogliere sul secondo palo un traversone di Carfora. Il Padova torna in campo motivato e trova l’immediato pari con Maniero che anticipa Benito in uscita su assist filtrante di Zecchin. La Pistoiese sfiora il gol della vittoria con Desole che colpisce la parte alta della traversa a metà secondo tempo e con D’Isanto che impegna Colombo in una difficile parata. Il Padova non c’è più. Nel finale espulsi Collacchioni e Porcari per reciproche scorrettezze.

Reggiana-Prato 1-1: Reggiana deludente che crea la solita enorme mole di gioco ma si mostra come al solito incapace a concretizzare sotto porta. Dall’altra parte il Prato trova un punto importante che dà un po’ di serenità ad un gruppo di giocatori giovani e inesperti. I lanieri vanno in vantaggio al 44’: cross dalla sinistra, la palla taglia tutta l’area, Diamanti stoppa di destro e di sinistro a girare trova l’angolino basso. Il pareggio emiliano arriva al 47’ grazie a Goretti che su assist di Campolonghi anticipa di sinistro Castelli in uscita.

Spal-Varese 3-2: Arriva Discepoli e la Spal vince… Al 4’ lancio in profondità, Selva anticipa Circati e Dei in uscita e tutto solo deposita in rete. Passa un minuto e il Varese trova il pareggio con Mussi che batte Pierobon sottomisura. Al 17’ errore di Circati su passaggio di Pirri, Tatti serve Selva che dall’altezza del rigore sigla il secondo gol ferrarese. Ad inizio ripresa Roselli con un gran tiro al volo che Dei riesce solo a toccare porta a tre le reti locali. Al 63’ il nuovo entrato Lorieri insaccava il 2-3 definitivo su cross di Rinino e sbucciata di Mussi.

Più informazioni