LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
La nota dei cobas

“Dalla direzione Atc nessuna spiegazione ufficiale per gli stipendi in ritardo”

"Come sindacato Cobas ci vediamo, nostro malgrado, costretti ad aprire le procedure di raffreddamento con la direzione di ATC, in modo da poter obbligatoriamente avere un tavolo sul quale discutere di alcuni temi tra i quali, il mancato rispetto del Contratto Nazionale Autoferrotranvieri, il mancato accordo sull’erogazione del premio produzione, come previsto dal piano industriale già in vigore dal 2021, e l’erogazione di un buono pasto che è sul tavolo dal 2019, quest’ultimo anche a seguito di scioperi del personale, ma dove la controparte rimane totalmente sorda alle richieste".

Sciopero dei Cobas

“A fronte di tutto quello che sta succedendo in ATC, partendo dalla totale mancanza di relazioni industriali (rapporti tra l’azienda e il sindacato), ricordiamo anche che nessuna lettera ufficiale né di spiegazioni né di eventuali scuse è arrivata dalla direzione a seguito delle problematiche che ci sono state sull’erogazione degli stipendi.

Come sindacato Cobas ci vediamo, nostro malgrado, costretti ad aprire le procedure di raffreddamento con la direzione di ATC, in modo da poter obbligatoriamente avere un tavolo sul quale discutere di alcuni temi tra i quali, il mancato rispetto del Contratto Nazionale Autoferrotranvieri, il mancato accordo sull’erogazione del premio produzione, come previsto dal piano industriale già in vigore dal 2021, e l’erogazione di un buono pasto che è sul tavolo dal 2019, quest’ultimo anche a seguito di scioperi del personale, ma dove la controparte rimane totalmente sorda alle richieste.

Ci auguriamo che la linea di condotta di ATC venga modificata e che si riporti al centro delle discussioni i dipendenti, che in tutti questi anni hanno dimostrato estrema serietà e impegno per far in modo che l’azienda nata 1977 possa continuare a operare sul bacino della nostra città”.

 

Daniele Lodola (Cobas)

Più informazioni