LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Verso le comunali di sarzana

Incontro con Chiatti per aprire anche a sinistra, Guccinelli continua a lavorare sulla candidatura

Comune di Sarzana

Guccinelli svolta a sinistra? Intanto ci prova concretamente. La campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale sarzanese, nonostante l’estate non sia ancora passata e ci siano le elezioni politiche in vista, sta portando i primi segnali interessanti. Da qualche mese, con un rafforzamento di convinzione arrivato qualche settimana fa, dalla parti del centrosinistra le cose stanno iniziando a camminare. Oppure sta camminando solo il candidato in pectore a sfidare l’uscente sindaca, Cristina Ponzanelli, tra l’altro sempre più forte, come prima cittadina? Renzo Guccinelli ha fatto tutto da solo. Come pare ancora stia facendo, tutto da solo. Nelle ultimissime ore, forse per fare breccia nei cuori innanzitutto dei colleghi e delle colleghe di partito del Pd, per esempio di quelle personalità piddine un poco più progressiste del resto del soggetto politico, ha incontrato Giulia Chiatti; già sindaco della città degli avi di Napoleone dal 1994 al 2005, ma presente nella massima assise di Piazza Matteotti dagli anni Settanta, Renzo Guccinelli, il politico che fu diessino e due volte assessore regionale ligure (dal 2005 al 2015) sa bene che le relazioni si curano persona per persona. Allora Guccinelli, seguendo la strada annunciata che prevede lo svolimento della volontà di allargare il più possibile il sostegno alla sua figura, ha consumato un appuntamento con la militante storica della sinistra in città Chiatti, già assessore comunale in quota Sel nel 2013 con l’allora sindaco Alessio Cavarra, allora piddino ma poi passato con Forza Italia. La scelta certo non è avvenuta a caso. Ma punta sulla volontà di riscatto innanzitutto della stessa Chiatti. Che nel 2015 fu dimessa nonostante il vasto apprezzamento ricevuto proprio per la promozione dei diritti civili. In questi anni Giulia Chiatti è stata poco cercata. Epperò adesso Renzo Guccinelli aspetta proprio dal lei un aiuto per convincere prima di tutto Sinistra italiana a seguirlo nella sua impresa. Sarebbe uno dei primi passaggi utili, se la missione di Chiatti portasse a un risultato per lui positivo. Una mossa buona anche per continuare a dare efficacia al tentativo di svolta a sinistra di Guccinelli. Poi, per esempio, si potrà capire in che maniera le forze varie e diffuse che compongono i movimenti civici in moto, specie dalle parti del Manifesto per la sanità locale, risponderanno al messaggio. Al Pd l’ultima parola, forse. Seppure Guccinelli si è detto intenzionato a battagliare ugualmente per tornare a essere importante per la politica locale.

Più informazioni