LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Si allena alla boxing class

Valeria Licari, 51 chili di talento, a 13 anni è pronta per i campionati italiani

Una "picchiatrice pura" per il suo tecnico Armando Bellotti. Si allena due volte al giorno da quando ne ha dodici e ha già disputato quattro match.

Valeria Licari e Armando Bellotti
Quattro vittorie in sette giorni per la Boxing Class La Spezia. A Cicagna, kermesse organizzata da Tano’s Boxe Genova, Davide Martino (elite 75 kg) vince di fioretto ai punti col pari peso Stefano Costa, Match gestito da centro ring con colpi lineari e di rimessa, usufruendo di un ottimo gioco di game nonostante l’incalzare mai pago dell’ottimo Costa. Martino chiude la prima parte estiva con 16 vittorie in 32 match, 26 in soli 24 mesi; ora il rush finale per i regionali di novembre e poi un pensiero al professionismo nel 2023.
La schoolgirl Valeria Licari, 13enne di 51 chili, al suo terzo match vince ai punti in un derby fuori porta contro Camilla Grulli, tesserata con l’Asd La Spezia Boxe. Match senza pause e sempre dentro, Valeria si conferma una “picchiatrice pura”, dice il suo allenatore. Ieri sera a La Spezia in piazza Verdi, cornice suggestiva per Boxe sotto le Stelle, grazie all’organizzazione di Marco Berettieri La Spezia Boxe. Ancora Valeria Licari fa doppietta con Camilla Grulli vincendo ai punti col solito slang: muro non muro e due passi avanti. Licari ha sostenuto quattro match, perla rara per una schoolgirl che si allena due volte al giorno da quando ha 12 anni. In ottobre sarà ai campionati italiani, ma già a settembre salirà ancora sul ring, questa la volontà del tecnico Armando Bellotti.
Armando Bellotti e Andrea Prassini con un loro pugile
Dulcis in fundo il ritorno alla vittoria di Francesco Bongiovi, maresciallo dei palombari Comsubin. Nel suo stile, non si stanca mai ed esegue alla perfezione quando serve i suggerimenti tecnici. Nei 71 chili vince un derby locale molto sentito, sfidava il pari peso Giacomo Corvi della Round Zero di La Spezia. Sulla carta in svantaggio a detta dei più, tuttavia con una preparazione peculiare in palestra ed un match in guardia falsa, cioè da mancini. Ganci, schivate e rientri, il secondo round così così. Il terzo, con un preciso copia e in colla del primo, allunga il margine.
“Orgoglioso dei miei pugili che ascoltano ed eseguono ad hoc i miei consigli, direttive e suggerimenti; nel pugilato non si inventa nulla, ma si costruisce e si gestisce il pugile – commenta Bellotti -. Andrea Prassini è il general manager della  Boxing Class La Spezia e assieme stiamo facendo molto bene. Vittoria infine per ko tecnico alla quarta per Ivan “Mad Man” Magnani, gestito da Bellotti ma di casa a Pontremoli, superwelter e unico pro spezzino al momento.
Più informazioni