LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
La nota

Natale: “Monesteroli hub fognario? Servono soluzioni all’altezza per le Cinque Terre”

Il consigliere democratico sull'annoso problema della depurazione nel Parco. “Auspico che l'attenzione su Monesteroli venga posta piuttosto per mettere in sicurezza i sentieri, contenere le frane e sostenere i progetti di recupero del territorio. Per ora tutto ciò che si è riusciti a fare è una sbarra con un cartello che vieta di proseguire il cammino verso il mare”.

Monesteroli - Tramonti

Rispondendo ad una mia interrogazione in consiglio regionale, nel mese di marzo, mi era stato riferito l’impellenza della chiusura della discussione delle proposte, avanzate dal tavolo tecnico, da parte delle istituzioni per la realizzazione del sistema fognario e depurativo dei tre comuni delle Cinque Terre. Nel frattempo si sono persi cinque mesi. Infatti in questo periodo i sette progetti portati all’attenzione degli enti non sono stati né valutati, né è stato deciso quale fosse il migliore sotto gli aspetti tecnici e ambientali. In poche parole non si è mosso nulla”. Lo spiega Davide Natale, consigliere regionale del Partito Democratico, nel giorno in cui si riunisce il Consiglio direttivo del Parco nazionale delle Cinque Terre con, tra i punti all’ordine del giorno, proprio quello di riaprire un tavolo istituzionale sul tema.

L’idea, scellerata, di utilizzare la galleria di Monesteroli per portare i liquami verso il depuratore della Spezia non è ancora stata cancellata – sottolinea Natale -. Qualche giorno fa un importante esponente politico regionale mi ha detto tra una battuta e l’altra che quello che comprende l’utilizzo della galleria Monesteroli-Buggi è il progetto meno dispendioso in quanto, ha aggiunto, ‘portare i tubi fino a Porto Venere costerebbe molto di più‘”.

A mio parere, proprio perché stiamo parlando delle Cinque Terre che sono conosciute a livello mondiale ecome un angolo di paradiso, chi ha l’onore di avere responsabilità di governo nelle materie della depurazione, dovrebbe pensare a progetti all’altezza dei luoghi – insiste il consigliere democratico -. Non pensare a progetti vecchi di decenni la cui realizzazione comporterebbe impatti su altri territori e la non completa integrità del sistema negli anni”.

Davide Natale

Abbiamo bisogno che venga realizzato il progetto di depurazione – conclude Natale -. Vogliamo che si guardi al futuro, che si richieda anche supporto governativo, oltreché ricercare finanziamenti europei. E infine che si trovi una soluzione all’altezza di ciò che rappresentano le Cinque Terre per il nostro Paese. In altre parole di deve traguardare all’utilizzo delle migliori e più innovative tecnologie di settore”.

Auspico che l’attenzione su Monesteroli venga posta piuttosto per mettere in sicurezza i sentieri, contenere le frane e sostenere i progetti di recupero del territorio. Per ora tutto ciò che si è riusciti a fare è una sbarra con un cartello che vieta di proseguire il cammino verso il mare”.