LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Il 30 e il 31 luglio

Fosdinovo Street Festival, prima edizione per il buskers festival nelle vie e nelle piazze del borgo

Sabato 30 e domenica 31 luglio, l’affascinante borgo di Fosdinovo ospiterà la 1^ edizione del Fosdinovo Street Festival, una manifestazione di musica e teatro organizzata dall’Università Popolare di Fosdinovo con il patrocinio del Comune e della Proloco, in stretto rapporto con le realtà culturali, associative, economiche e artistiche del territorio. Sotto la direzione artistica collettiva di Enzo Ascione, Antonio Moriconi e Salvatore Scandura, per due giorni, il borgo medievale, le sue piazze e le vie, si trasformeranno in un grande palcoscenico che ospiterà più di 22 esibizioni di musica e spettacoli offerti gratuitamente al pubblico.
Fosdinovo Street Festival è un festival di strada che si rifà alla migliore tradizione dei Buskers festival, un’invenzione di festival che risale all’inizio degli anni ‘80 la cui idea di fondo è molto semplice ed efficace: far esibire contemporaneamente nella stessa città un numero variabile di artisti, trasformando le strade e le piazze in tanti piccoli palcoscenici.

Il programma del Fosdinovo Street Festival
Sabato 30 luglio alle 18.30 e alle 21 e domenica 31 luglio alle 18.30, presso la Chiesa dei Bianchi, si potrà godere delle atmosfere di musica classica dei violoncellisti Claudia Poz e Francesco Genovesi; sabato 30 luglio alle 18.30, in piazza Pais de Sauxillanges, il blues profondo e solido degli Ol’Donky Blues; sabato 30 alle 18.30 e alle 21, in Via Mazzini e domenica 31, alle 18.30, in Largo F. Vatteroni, troverete la chitarra acustica e la voce folk e country blues di Riccardo La Lomia; sabato 30, alle 21, in piazza Camposanto vecchio, la gioia della musica in levare dei Premi Oskar, un versatile trio ska che fa base in Lunigiana; sabato 30, alle 18.30 e alle 21, in Largo F. Vatteroni e domenica 31, alle 18.30, in via Mazzini, la chitarra, la voce e l’armonica blues e ballad di Franco Fornasari che vi farà viaggiare con le sue canzoni dalle Dolomiti al West; sabato 30, alle 18.30 e alle 21, in via Porta di Sotto, sarà la volta del pop, blues e soul di Vittore Andreotti e di Michela Zeni che proporranno una rilettura di hit di gruppi anglo americani e soul singer femminili degli anni 60/80; sabato 30, alle 18.30, in piazza Camposanto vecchio e alle 21, in piazza Pais de Sauxillanges, il pop, jazz e bossa dei Trioxidò. Formato da Enzo Ascione (chitarra ritmica e armoniche), Stefano Buonanno (chitarra solista) e Laura Usan (voce), i Trioxidò sono il risultato di una preziosa alchimia musicale che abbraccia Jazz e Pop con brevi incursioni nel Latin e Bossanova; nel corso della serata di sabato il Festival ospiterà il duo Suonovivo composto da Loris Stefanuto, musicista percussionista e docente di conservatorio che ha collaborato con Tullio De Piscopo e da Massimiliano Alloisio, chitarrista e maestro. La loro musica, in chiave latino acustica, spazia dal flamenco alla musica brasiliana in chiave jazz; domenica 31, alle 18.30, in piazza Camposanto vecchio, troverete l’ironico Country Rock dei Crocodile Country; sempre domenica 31, alle 18.30, in piazza Pais de Sauxillanges, il jazz puro e travolgente del Daniele Gorgone Trio; sempre domenica 31, sempre alle 18.30, in via Porta di Sotto, il Ferdinando Argenti & Liliana Biciacci Jazz Duo, un evento imperdibile che promette di scavare nel repertorio degli standard jazz, con puntate in territorio be-bop e condito da un pizzico di bossanova; chiude la proposta musicale del Fosdinovo Street Festival, la Giungla Street Band, una marching band di giovani musicisti, vivace e colorata, che si esibirà domenica 31, con le sue sonorità Funky itineranti.

Accanto alle proposte musicali, il Fosdinovo Street Festival, ospiterà anche eventi legati al teatro. Sabato 21, in Piazza Cairoli, grandi e piccini potranno assistere all’animazione tra circo e teatro di strada di Capitan Darius, un pirata moderno, gentile e generoso che invece di rubare, condivide; sempre in piazza Cairoli, Geppina Sica, drammaturga e autrice di teatro ragazzi, proporrà due laboratori teatrali aperti e gratuiti rivolti ai bambini e agli adolescenti: sabato 30, dalle 18.30 alle 20, il laboratorio “Nel bosco di notte”, mentre domenica 31, dalle 18.30 alle 20, il laboratorio “Il dialogo”. A chiudere il Fosdinovo Street Festival, domenica 31, alle 21.30, il Parco della Torretta ospiterà il grande ritorno sulla scena del Teatrino Girò, con la commedia dal titolo “Il monumento al cojon”. Teatrino Girò è una compagnia di teatro amatoriale capitanata da Dino Giovannini, molto amata sul territorio, che propone spettacoli divertenti e leggeri in dialetto fosdinovese, messi in scena su un palco mobile, nella tradizione del miglior teatro itinerante.

Oltre a godere della bellezza incontestabile del borgo di Fosdinovo, sabato 30, alle 23, sarà possibile visitare il Castello Malaspina, solo su prenotazione al sito: www.castellodifosdinovo.it/visita-guidata
Il fascino del castello durante la notte sarà ancora più incredibile!
Per avere tutte le informazioni sul Fosdinovo Street Festival, potete visitare la pagina https://www.facebook.com/fosdinovostreetfestival

Generico luglio 2022
Più informazioni
leggi anche
Dalla locandina
Sesta godano
Focaccia al formaggio, sabato da buongustai ad Antessio
Romolo Busticchi tra i protagonisti di 'Prospettive divergenti'
Fondazione malerba
Gli scatti di Busticchi a Milano per la mostra ‘Prospettive divergenti’
Fosdinovo, foto dalla pagina Facebook del Comune
'scrittori in borgo'
La filosofa Silvia Dadà a Fosdinovo con ‘Etica della vulnerabilità’
Francesco Riva
A fosdinovo
“Dove sei Albert?”, Francesco Riva a ‘Scrittori in Borgo’