LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Finanziamento complessivo di 5,8 milioni di euro

Torrente Rio Maggio, consegnata l’area per l’allestimento del cantiere di sistemazione del tratto terminale

Il Magra a Battifollo

Consegnata questa mattina l’area per l’allestimento del cantiere di sistemazione del tratto terminale del torrente Rio Maggio, nel Comune di Arcola. Si tratta del 2 lotto del primo stralcio funzionale di arginatura per la messa in sicurezza dalle piene delle località Battifollo e Romito Magra, tra il ponte della ferrovia ed il cimitero di Romito Magra. L’intervento sarà realizzato grazie a fondi della Protezione Civile regionale, per un finanziamento complessivo di 5,8 milioni di euro. Nelle prossime settimane verrà effettuato un sopralluogo da parte dell’assessore regionale alla Difesa del Suolo Giacomo Giampedrone.
I lavori consistono nell’adeguamento del tratto terminale del torrente Rio Maggio, a valle della rotonda sulla quale confluiscono le Strade Provinciali SP331 e SP432. L’adeguamento delle sezioni idrauliche, per un tempo di ritorno di duecento anni, sarà realizzato mediante allargamento ed approfondimento della sezione idraulica esistente, sia nel tratto tombinato che in quello a cielo aperto. I lavori saranno completati con la realizzazione del nuovo manto stradale. L’importo dei lavori è pari a 4.115.255 euro, la durata è prevista in 630 giorni.
A questo lotto ne seguirà un terzo, del valore di circa euro 7.500.000, relativo alla costruzione dell’arginatura in sponda sinistra e in sponda destra del tratto del fiume Magra compreso tra il ponte della ferrovia ed il cimitero di Romito Magra, che traguarderà la messa in sicurezza dell’area.
Per l’intervento complessivo di messa in sicurezza idraulica delle località Battifollo e Romito Magra la Regione Liguria ha quindi stanziato nel complesso oltre 13 milioni di euro. I restanti lavori di completamento verranno appaltati entro il 2023. L’opera sarà ultimata entro la prima metà del 2025.
I lavori che stanno per essere avviati seguono infatti quelli di messa in sicurezza dell’area su cui è stato realizzato il centro commerciale Basko, terminati a inizio marzo e che hanno mitigato il rischio da esondazione del fiume Magra di un’estesa parte del territorio di Romito Magra. Le opere erano state finanziate ed eseguite dalla società Il Centro di Romito S.r.l., sulla base della convenzione sottoscritta con Regione Liguria.
“Questo è un intervento di difesa del suolo di Regione Liguria molto importante, perché proseguiamo l’opera di messa in sicurezza complessiva di questa zona, dopo decenni di abbandono – spiega l’assessore regionale alla Difesa del Suolo Giacomo Giampedrone – Un primo significativo traguardo lo abbiamo raggiungo, grazie all’ottima collaborazione con i privati, nel mese di marzo quando si sono conclusi i lavori di messa in sicurezza dell’area dove ora sorge il supermercato Basko. Finalmente la zona ha potuto riappropriarsi della sua originale destinazione d’uso, quella commerciale, tornando così a guardare a un futuro di sviluppo. Andiamo avanti con il lavoro, con l’obiettivo di restituire tranquillità all’abitato di Romito Magra”.