LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
A luglio e agosto

I Vigili del fuoco saltano in sella alla moto d’acqua per la sicurezza del litorale di Lerici. Ma con tanti turisti servirebbe più personale

I turisti arrivano a palate. I numeri del 2019, quando virus e restrizioni sembravano relegati nelle collane di fantascienza, sono il vero riferimento per misurare l’afflusso di viaggiatori sul territorio. E il torrido mese di giugno 2022 ha già superato lo stesso mese di tre anni fa. Tanti ospiti richiedono anche grande attenzione alle tematiche della sicurezza e per questo Comune di Lerici, Vigili del fuoco e Prefettura hanno siglato una “convenzione per il potenziamento stagionale del dispositivo di soccorso acquatico” nel litorale lericino, ovvero la presenza di un presidio fisso da parte dei soccorritori più amati d’Italia muniti di moto d’acqua. L’iniziativa era già stata messa in atto a partire dal 2019 e l’estate scorsa sono stati ben 51 gli interventi da parte dei vigili del fuoco impegnati nel servizio di monitoraggio e pronto intervento sulle spiagge di Baia Blu, San Terenzo, Venere Azzurra, Lerici, Fiascherino e Tellaro.

Il prefetto Maria Luisa Inversini firma la convenzione tra Comune di Lerici e Vigili del fuoco

“Nel corso del mese di luglio la nostra presenza sarà garantita nei fine settimana – ha spiegato Maria Francesca Conti, comandante provinciale dei Vigili del fuoco – mentre da agosto saremo presenti tutti i giorni. Quello che rinnoviamo con questa convenzione è un servizio che è efficace perché gli operatori sono già sul posto”.
“Il presidio, basato a San Terenzo, è particolarmente importante per un territorio che è così sollecitato nel periodo estivo. Avere personale in divisa e una stazione di pronto intervento è ormai irrinunciabile”, ha aggiunto il sindaco di Lerici, Leonardo Paoletti.
Soddisfazione per il rinnovo dell’intesa è stata espressa dal prefetto Maria Luisa Inversini: “Questi sono i risultati quando si lavora in squadra”, ha esordito, ricordando la recente attivazione di un presidio rurale a Soviore nel corso del mese di agosto, in convenzione con il Parco nazionale delle Cinque Terre, per facilitare i numerosissimi soccorsi che si rendono necessari sui sentieri e ridurre il rischio di incendi. Un’iniziativa, quest’ultima, per la quale è in previsione un cospicuo ampliamento nel 2023, quando la convenzione riguarderà tutto il periodo estivo.
Tanti turisti richiedono, come detto, grande attenzione nel garantire la sicurezza pubblica. Per farlo, però, ai Vigili del fuoco occorrerebbero uomini e mezzi che oggi non sono a disposizione. “Questo territorio – ammette il comandante Conti – richiederebbe tanto in più proprio a causa del carico antropico che il turismo porta con sé in questi mesi. Il potenziamento che offriamo a Lerici e a Soviore, senza dimenticare la pesante attività antincendio, è messo in campo con le stesse unità che abbiamo in inverno, ricorrendo alla sola maggiorazione dei turni. Un incremento di organico sarebbe molto utile”.

La firma della convenzione tra Comune di Lerici, Vigili del fuoco e prefettura

Nel dettaglio il presidio sarà attivo il 16 e 17 luglio, il 23 e 24 luglio, e poi dal 30 luglio al 2 settembre, dalle 12 alle 20, presso la spiaggia di San Terenzo con due unità del comando provinciale dei Vigili del fuoco.

Più informazioni
leggi anche
Lerici
La decisione dell'amministrazione
Lerici, recinzione per impedire l’accesso alla scuola dall’esterno
La spiaggia di San Terenzo, estate 2022
Dibattito
Distanze tra ombrelloni e gestione spiagge, confronto in consiglio a Lerici