LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Polizia di stato

Sorpreso mentre con una chiave inglese tentava di aprire un furgone. Manette per un pusher sotto la statua di Garibaldi

Weekend da record di presenze nel comune capoluogo. Il decollo degli eventi sparsi per la città e, soprattutto la tre giorni di Liguria da bere, hanno portato alla Spezia migliaia di persone. La Polizia di Stato è intervenuta su segnalazione giunta sabato alle 14 al numero unico di emergenza 112, da parte di un cittadino e l’immediato intervento degli operatori della squadra volante, hanno
consentito di trarre in arresto in flagranza di reato un cittadino straniero, che aveva poco prima forzato un furgone in sosta in via Pietro Beghi. Gli agenti, giunti sul posto, hanno sorpreso un uomo che con una chiave inglese batteva contro la serratura del portellone scorrevole di un furgone con il vetro infranto, e prontamente, lo bloccavano e procedevano alla perquisizione, trovandolo in possesso di vari oggetti alcuni dei quali sono risultati di proprietà del titolare del mezzo. Gli agenti hanno così tratto in arresto con l’accusa di tentato furto aggravato un 36enne marocchino
domiciliato a Brugnato, già gravato da precedenti per reati contro il patrimonio. Questa mattina è arrivata la convalida dell’arresto con obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.

Polizia di Stato

L’altro episodio degno di nota risale a ieri, domenica: intorno alle 18 gli agenti della squadra volante stavano procedendo ad un’attività di prevenzione presso la statua di Garibaldi, ai giardini pubblici, dove notavano un uomo che stava armeggiando tra le aiuole con fare sospetto. Alla vista degli operatori lo stesso lasciava cadere un involucro di plastica che, all’esito del controllo, risultava contenere circa 7 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina divisa in otto involucri di cellophane e tre ovuli contenti circa 32 grammi di hashish, oltre a un bilancino di precisione e materiale da confezionamento. La successiva perquisizione, estesa all’abitazione dell’uomo, un italiano di 34 anni residente alla Spezia, ha permesso il rinvenimento di circa 50 grammi di cocaina, conservato all’interno di una cassaforte. Dopo aver proceduto alle incombenze di rito, al sequestro del materiale rinvenuto e della sostanza stupefacente, per lo spezzino sono spuntate le manette, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Il giovane è stato associato alla casa circondariale di Villa Andreino a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Più informazioni
leggi anche
La Polizia locale con il cane Jazz
Unità cinofila "in trasferta"
Sessanta grammi di coca e dieci dosi di hashish, il fiuto di Jazz mette nei guai un ragazzo fermato a Lerici