LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Quadro clinico complesso, ma stabile

Trovato sanguinante fuori da uno stabilimento balneare, 21enne in Rianimazione

Corsa contro il tempo da parte dei soccorritori per farlo arrivare in ospedale. E' stato trattato in Shock room.

Pronto soccorso

Un ragazzo di 21 anni è ricoverato da questa notte in condizioni gravissime al Sant’Andrea della Spezia. Il giovane è arrivato in shock room incosciente e con il volto gravemente ferito. La prognosi è riservata, il quadro resta complesso e al momento risulta stabile. Ma come abbia fatto a procurarsi lesioni così gravi sembra essere ancora avvolto nel mistero anche se l’ipotesi più accreditata sembra essere che il fatto sia avvenuto nella contingenza di una rissa. Il ragazzo, italiano di appena 21 anni, è arrivato in ospedale accompagnato d’urgenza dalla Croce rossa di Ameglia e Delta 2.

Militi e medici lo hanno trovato in una maschera di sangue, circondato di gente in un contesto pieno di confusione, in una stradina che conduce a uno stabilimento balneare di Fiumaretta ad Ameglia, verso le 2, poco dopo il lancio dell’allarme da parte del servizio d’ordine. Le sue condizioni sono subito sembrate disperate, era incosciente e non rispondeva ai richiami. I soccorritori sono stati accompagnati dalla sicurezza per isolare la zona. Il personale dell’ambulanza e quello medico hanno fatto di tutto per tenerlo in vita. In quegli attimi di forte preoccupazione sono state allertate anche le forze dell’ordine, i primi a giungere sul posto sono stati i carabinieri. Una volta stabilizzato è cominciata una corsa contro il tempo per portarlo in ospedale. Il ragazzo non ha mai ripreso conoscenza. Le cure attente e intensive in Pronto soccorso lo hanno messo in condizioni di essere ricoverato e ora resta sotto attenta osservazione in Rianimazione.

Come detto, la dinamica di come abbia potuto rimediare ferite così gravi è ancora tutta da chiarire anche se non sarebbe da escludere che il ragazzo sarebbe stato sfiorato da un pugno per poi cadere all’indietro battendo violentemente la testa. Gli attimi precedenti sono da ricostruire, ma pare che il giovane si sia avvicinato a un’auto parcheggiata non sapendo che al suo interno ci fossero altre persone. Tra lui e gli occupanti ne sarebbe nata una lite a seguito della quale è partito il pugno che lo ha colpito e fatto cadere malamente. In quegli attimi concitati sarebbero arrivati anche gli amici di lui e la lite sarebbe poi diventata una violenta rissa a seguito della quale stato sarebbe stato distrutto anche il lunotto di un’auto. Poi, il nulla e la vicenda è arrivata all’epilogo che si conosce: sono arrivati i soccorritori, i carabinieri e il ragazzo è arrivato in gravi condizioni all’ospedale.

 

Più informazioni
leggi anche
Movida
Restrizioni sugli alcolici e niente musica dopo l'una
Feste in spiaggia e movida, arriva l’ordinanza del sindaco di Ameglia