LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cinque giorni di indagini della polizia locale

Punta la pistola per ottenere soldi e telefono. Poi scappa su un’auto con targhe rubate ma le indagini trovano riscontri

Generico luglio 2022

Era la mattina del 22 giugno quando una cittadina, ancora sotto shock per quanto le era successo, si presentava al Comando della Polizia Locale per sporgere denuncia per il grave fatto di cui era stata vittima la sera prima quando, nell’istante in cui si apprestava a salire nella propria auto parcheggiata in Via Mazzini, di fronte il palazzo dell’Inps, era stata aggredita da un uomo, armato
di pistola.

L'auto bianca

Da quanto raccontato, mentre lei si trovava ancora fuori intenzionata a porsi alla guida dell’auto, un giovane uomo, a lei del tutto ignoto, che si trovava seduto sul sedile anteriore del passeggero di un’auto bianca parcheggiata a pettine alla sua sinistra, le si rivolgeva puntandole una pistola a distanza ravvicinata e minacciando di sparare qualora non gli avesse consegnato subito il portafogli e il telefono cellulare. La vittima, ancorché terrorizzata, si rifiutava di obbedire e correva verso il centro della strada per gridare aiuto ed attirare l’attenzione di eventuali passanti. A quel punto il giovane scendeva dalla vettura ponendosi al suo inseguimento, sempre con la pistola puntata ma, alla vista di diverse persone che stavano accorrendo in aiuto, desisteva dal suo intento, salendo sull’auto bianca e scappando a tutta velocità.

Generico luglio 2022

Il Nucleo di Polizia Giudiziaria della Locale, recepita la denuncia, ha dato il via alle indagini, effettuate anche tramite la visione delle immagini delle telecamere della videosorveglianza urbana. Ebbene, le telecamere avevano registrato l’intero episodio e ripreso marca, modello e targa dell’auto bianca usata dal rapinatore. Veniva accertato però immediatamente che nel medesimo giorno della tentata rapina, all’incirca un paio d’ore prima, l’intestatario di tali targhe ne aveva denunciato il furto alla stazione dei Carabinieri di Aulla.

Pistola e targhe rubate

A quel punto, gli agenti diramavano una nota di ricerca alle altre Forze di Polizia, rendendo disponibili i fotogrammi che ritraevano il giovane nell’ottica della massima collaborazione a tutela della sicurezza pubblica. Successivamente il Nucleo di Polizia Giudiziaria della Locale ha portato avanti una complessa attività di indagine in ogni possibile direzione, così da riuscire, dopo cinque giorni di incrocio di dati, tracciamenti e sopralluoghi, a risalire all’effettivo intestatario della vettura usata nel tentativo di rapina e dare un volto all’autore del reato.

Generico luglio 2022

“Un altro risultato straordinario della nostra Polizia Locale, degli agenti protagonisti e del Comandante Bertoneri, a cui vanno i miei più sinceri complimenti – dichiara il sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini – un’operazione delicata e importante, la cui indagine è partita grazie all’impianto di videosorveglianza cittadino che negli ultimi cinque anni è stato oltre che raddoppiato, unito al sistema di accesso Targa System su via Carducci che controlla le entrate e le uscite dalla nostra città. Tecnologia e intelligence vanno quindi di pari passo per una città ancora più sicura, e ne siamo molto orgogliosi.”

Più informazioni