LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ai giochi nazionali special olympics

Le Aquile Basket a Torino conquistano la medaglia d’oro

Emozioni forti a Torino, dove nel giorno della ripartenza dei Giochi Nazionali Special Olympics, il basket unificato sorride alla spedizione spezzina. Con i suoi 22 effettivi conquista ben tre medaglie d’oro a partire dalla Polisportiva Spezzina – che bissa la vittoria del 2018 -, proseguendo con l’Istituto Enaudi Chiodo (prima storica partecipazione ai giochi come Ente Scolastico) e con le squadre ‘A’ e ‘B’ a piazzarsi rispettivamente seconda e prima nei Giochi Speciali; due scommesse ampiamente vinte da Alessia Bonati (docente e insegnante di Educazione fisica dell’Istituto, nonché Presidente della Polisportiva).

Ma la copertina principale del 2022, spetta doverosamente alla Polisportiva Spezzina/Le Aquile Basket, con il quintetto di Sandro Moroni che dopo aver battuto il ‘Cuore Matto Torino’ nell’ultima giornata aggiudicandosi il primo posto nello Special Basket, sale sul gradino più alto del podio nella XXXVII edizione dei Giochi Nazionali, battendo in finale la stessa formazione torinese, concludendo così la stagione con la doppia medaglia d’oro presa a distanza di poco tempo. “Abbiamo trasportato l’entusiasmo del successo nello Special Basket ai Giochi Nazionali – dice il coach – lo avevo detto già in altra sede, che sto portando avanti il lavoro fatto dal compianto Sandro Fiore. Vedere primeggiare i miei giocatori prima a Lerici, poi a Scandiano, quindi a Torino mi ha riempito di gioia. Pertanto vado in vacanza con la consapevolezza che a settembre, quando ricominceremo, sarà ancora più bello sentirsi addosso l’etichetta di ‘squadra da battere’ avendo al collo due ori conquistasti in pochi mesi ed essere due volte campioni italiani“. Così Lorenzo Bondi, uno dei partner nonché uno dei assistenti: “Il lavoro svolto duramente in palestra, ha portato ad un incredibile successo in Piemonte. Un grande applauso va tutto ai nostri giocatori che sono scesi in campo agguerriti e con la voglia di portarsi a casa un risultato congruo, valorizzando così quello che è stato l’impegno della stagione. L’emozione dei Giochi Speciali poi, è qualcosa di indescrivibile se non lo si prova da dentro, ed esserne i campioni nazionali in uno sport di inclusione ed uguaglianza come la Pallacanestro è un traguardo che valorizza la città della Spezia, che si dimostra un’eccellenza anche in queste importantissime tematiche”. Conclude Rino Crisci: ‘L’entusiasmo del gande evento dopo il periodo di pandemia ha caricato tutti e nonostante il caldo anomalo del periodo, bisogna fare un enorme applauso per l’impegno profuso ai ragazzi, prima negli allenamenti, quindi nelle partite dove contava vincere’ .

BASKET 5 contro 5: Alessandro Sinceri, Michele Demontis, Paolo Strata, Giuseppe Lombardo, Anton Lleshi, Peña Angel, Partner Luca Dal Padulo, Davide Lorenzelli e Lorenzo Bondi. Coach Sandro Moroni. Assistenti
Alessia Bonati e Rino Crisci
GIOCHI SPECIALI: Darius Tiberius, Marisa e Mara Carozzzo, Evelina e Armando Matarazzo, Diego Figoli, Patrizia Tedesco, Eugenia Rossi e Dania Rosy Sanchez. Coach Rino Crisci. Assistenti Sandro Moroni e Alessia Bonati

Più informazioni
leggi anche
Los Thunder
Palla a spicchi
Basket Uisp, la stagione si chiude con il successo dei Los Thunder
Aquile basket
Fervono i preparativi
Aquile basket si prepara per la trasferta di Torino