Quantcast
Il mercato è alle porte, Torino e Udinese seguono Nikolaou e Maggiore - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Il 1° luglio via alle trattative

Il mercato è alle porte, Torino e Udinese seguono Nikolaou e Maggiore

il ds granata Vagnati ha chiesto informazioni a Pecini per il difensore greco, ma prima deve vendere Bremer. L'Udinese segue da vicino il capitano, che si sta guardando attorno dopo aver lasciato cadere l'offerta di rinnovo, e può mettere sul piatto Nuytinck e Arslan che piacciono a Gotti. Ma siamo ancora solo nel campo delle ipotesi, ad oggi nessuna offerta sul tavolo.

La grinta di Nikolaou

Il calciomercato vero e proprio inizierà solo tra una settimana per lo Spezia, a dispetto delle decine di nomi già associati ai destini aquilotti. Oggi giornata fitta di impegni per Riccardo Pecini, che attende un call dagli Stati Uniti per capire i contorni finanziari all’interno dei quali operare, aspetto su cui inciderà anche la raccolta pubblicitaria e l’andamento della campagna abbonamenti, iniziata con buoni numeri.

L’idea rimane quella di fare poche operazioni, con un elemento di esperienza per reparto da trovare in accordo con le indicazioni del tecnico Luca Gotti, senza abdicare al mercato internazionale. Meno acquisti alla Kiwior o Strelec, anche grazie al mercato riaperto dal Tas che rende la destinazione Spezia appetibile anche per i calciatori nostrani, nel senso di già impiegati in Italia, che un anno fa erano piuttosto restii a legarsi ad un club che viveva una situazione tanto incerta.

Sono una variabile l’eventuale conferma dei prestiti di ritorno – Holm e Kornvig, ma il primo è quasi sicuro di rimanere già ora – e le eventuali cessioni. Per ora sono due gli aquilotti finiti nell’orbita di altre società. Il primo è Dimitrios Nikolaou, difensore greco reduce da un’ottima annata, in particolare nel girone di ritorno. E’ di lui che il ds del Torino, Davide Vagnati, ha parlato in particolare con Pecini negli almeno due incontri avuti negli scorsi giorni.

Dimitrios Nikolaou

 

L’eventuale assalto al 23enne avverrebbe comunque solo dopo alla cessione di Bremer, per il quale ci sarebbe l’Inter pronta a sborsare ben 30 milioni di euro. Nikolaou è stato messo a bilancio a 3 milioni di euro un anno fa all’atto dell’acquisto dall’Empoli, ma in virtù degli ammortamenti oggi ha un valore residuo di 2.4 milioni di euro. CIES Football Observatory attribuisce al suo cartellino un valore tra i 7 ed i 10 milioni di euro. Plusvalenza assicurata per i Platek.

In caso di cessione, possibile che si apra la pista che porta a Bram Nuytinck, 32enne gigante dell’Udinese, mancino come Nikolaou, contratto in scadenza nel 2023. Calciatore molto apprezzato da Gotti, che i friulani non considerano incedibile. Con lo spostamento di Kiwior nel suo ruolo originario, quello in cui gioca anche nella nazionale polacca, la conferma di Hristov e Capradossi, per il ruolo c’è spazio per un giovane (si parla di Laurens Serpe del Genoa) ed eventualmente per un sesto elemento solo in caso il tecnico opti per la difesa a tre.

Spezia-Udinese 0-1, serie A 21/22

 

A Udine porta anche un traccia che vede coinvolto Giulio Maggiore. Il capitano, non è un segreto, si sta guardando attorno dopo aver lasciato cadere l’offerta di rinnovo della società. Pierpaolo Marino sembra il più interessato al centrocampista, ma qui la vicenda è meno lineare. Lo Spezia non vorrebbe perderlo e soprattutto non vorrebbe regalarlo. Di fronte ad una richiesta di cessione da parte dello stesso giocatore, Pecini chiede un corrispettivo economico adeguato. Dalla sede trapela la ferma intenzione di non derogare sul punto, fino ad arrivare a trattenere il calciatore fino alla scadenza naturale del contratto tra un anno. Un caso estremo, che si tenterà di evitare.

El Shaarawy e Maggiore

 

L’Udinese, oltre a Nuytinck, ha anche la carta Tolgay Aslan da giocare. Il 31enne turco è sceso in campo 47 volte in una stagione e mezza con Gotti allenatore, anche lui va in scadenza nel 2023 e non sarebbe tra gli incedibili. Con l’olandese, e magari un nuovo centravanti da aggiungere al reparto in cui sono già Nzola, Antiste, Strelec ed il jolly Gyasi, che in caso di cessione di Maggiore diventerebbe il nuovo capitano. Più difficile arrivare a Walace, per cui l’Udinese vuole una cifra importante. Siamo ancora nel campo delle ipotesi, ad oggi pomeriggio nessuna offerta era stata recapitata a Via Melara.

Più informazioni
leggi anche
Philip Platek e Riccardo Pecini
La svolta
Mercato sbloccato dal TAS, Pecini: “Pronti a fare il meglio per mantenere la categoria che Spezia merita”
Carlo Osti
Continua il corteggiamento
Osti a pranzo con Pecini a Lerici, i Platek rivedono l’area “football operations”
Philip Platek
Inizia davvero una nuova era
Sentenza TAS di Losanna, il presidente Platek: “Guardiamo al futuro con ottimismo”
Haji Wright
Centravanti di stazza
Il nazionale americano Haji Wright può andare in ritiro con lo Spezia