Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Il primo colpo aveva fruttato 3.500 euro

Topi d’appartamento sorpresi da un vicino, ferito nel tentativo di fuga: arrestati

Si tratta di un 18enne e di una 28enne di etnia sinti, che gli inquirenti ritengono autori di un colpo ai danni di un cittadino cinese il giorno prima dell'arresto. Sono stati fermati dai carabinieri per l'ipotesi di reato di furto aggravato in concorso. Lui è a Villa Andreino e lei al carcere femminile di Pontedecimo.

Carabinieri

I Carabinieri di Sarzana hanno arrestato ieri pomeriggio un 18enne ed una 28enne, entrambi di etnia sinti, accusandoli di una serie di furti in appartamento avvenuti nelle ore precedenti nella città della Val di Magra. I due sono stati bloccati da operatori della Radiomobile dopo la segnalazione di un condomino che li ha sorpresi durante un colpo in uno stabile, venendo peraltro ferito dal giovane, con prognosi di 10 giorni, nel tentativo di questo di darsi alla fuga.

Lunedì pomeriggio era stato invece un cittadino cinese a denunciare un furto nella sua abitazione. Qualcuno si era introdotto all’interno dell’appartamento, forzando la porta finestra del soggiorno, ed asportando vari gioielli in oro per un valore stimato intorno ai duemila euro, oltre 1.500 euro in contanti, per poi darsi alla fuga. I ladri erano stati immortalati dalle telecamere di videosorveglianza interne alla casa.

Il giorno successivo, e con lo stesso modus operandi, il tentativo di furto all’interno di un condominio di Sarzana. Questa volta però i ladri sono stati colti sul fatto da un cittadino che ha tempestivamente chiamato le forze dell’ordine. Nel giro di pochi minuti una pattuglia è giunta sul posto ed è riuscita a bloccare la coppia. I due giovani sono stati quindi portati in caserma e sottoposti a fermo di indiziato di delitto per furto aggravato in concorso.

La casa circondariale di Villa Andreino

 

I militari, mettendo in relazione i due episodi, hanno svolto alcune verifiche, utilizzando proprio le immagini delle telecamere che avevano ripreso il furto del giorno prima per associare i due delitti. Dopo le formalità di rito, il giovane è stato condotto presso la casa circondariale della Spezia mentre la ragazza è stata accompagnata presso il carcere femminile di Genova Pontedecimo.

Più informazioni
leggi anche
Spaccata alle officine del cibo
Danni nel locale di sarzana
Altro furto alle “Officine del cibo” di Battifollo, il titolare: “Dobbiamo costruire un bunker?”
Transenne, nastro e fermata trasferita in Via Fiume
Intervento della polizia di stato
Rincorsi dal direttore del supermercato dopo il furto di generi alimentari, finiscono nei guai
L'auto della Polizia di Stato davanti alla Questura
Polizia di stato
Uno tenta il furto di una bici da mille euro, l’altro ruba uno zaino da un furgone. Incastrati dalle telecamere