Quantcast
Portus Lunae riparte con un'anteprima nazionale e nel segno del Furore - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Settima edizione

Portus Lunae riparte con un’anteprima nazionale e nel segno del Furore

Appuntamento all'anfiteatro di Luni con Aiace, Astolfo sulla Luna e Armida.

Anfiteatro Luni

Tre spettacoli di livello – Aiace, Armida e Astolfo sulla luna, il ‘furore’ come filo conduttore e l’anfiteatro romano di Luni antica ad accogliere il tutto: ecco che torna Portus Lunae Art Festival, rassegna pronta a coronare la sua VII edizione. Stamani la presentazione nella sala conferenze del Casale Gropallo, nell’area archeologica. “Viviamo con grande entusiasmo questo festival, e non è semplice mettere insieme un programma di questa qualità in un momento storico non semplice come quello che stiamo vivendo”, ha esordito Marcella Mancusi, conservatore del museo di Luni, che ha portato il saluto di Alessandra Guerrini, direttrice della Direzione regionale musei Liguria, e di Antonella Traverso, direttrice del museo di Luni. “Si rinnova anche quest’anno la collaborazione tra MiC – Direzione regionale Musei Liguria, il Comune di Luni e Teatro Pubblico Ligure – le parole di Alessandra Guerrini, responsabile della Direzione Regionale Musei Liguria, stamani impossibilitata a intervenire per impegni istituzionali – che porterà a rivivere l’emozione del teatro all’interno dell’anfiteatro di Luni. Una scenografia eccezionale per ospitare tre spettacoli – tra cui la prima nazionale dell’Aiace – uniti dal tema del ‘furore’. Vendetta e disperazione, ma anche il recupero della saggezza perduta, in un ideale auspicio per le molte sfide del presente”. “Torniamo a proporre appuntamenti di altissima qualità assieme a Sergio Maifredi, Teatro pubblico ligure e Direzione regionale musei. E se siamo a questo importante punto il merito va anche a Carola Baruzzo, assessore uscente alla Cultura, che ringrazio, e all’amministrazione precedente”, ha affermato il sindaco di Luni, Alessandro Silvestri. “Nel corso degli anni – ha proseguito – ci siamo ingegnati per fare eventi nella zona archeologica, con alterne sorti, e da qualche anno a questa parte, con questi interlocutori, proponiamo appuntamenti di grande valore, di cui siamo orgogliosi, non solo dal punto di vista culturale, ma anche per la capacità di attrarre persone sul territorio. Si tratta infatti di iniziative culturali, di innegabile spessore, che ben si sposano con il nostro tentativo di creare una rete tra le offerte del territorio per cercare di portare qui le persone, di mettere in moto l’economia e trattenere i giovani operatori”. Il sindaco ha anche ricordato la presa in carico da parte del Comune della gestione dell’anfiteatro, “azione che sta a significare l’intenzione dell’amministrazione, assieme alla Direzione regionale musei, di attrarre più visitatori possibile a Luni affinché la zona archeologica diventi volano di un rilancio e una implementazione dell’offerta turistica”.

 

Presentazione Portus Lunae

 

“Credo abbiamo tutti memoria del numero zero del 2015 – ha ricordato Sergio Maifredi, direttore Teatro pubblico ligure e regista dell’Aiace, che aprirà la rassegna (QUI le schede dei tre spettacoli) -, quando per la prima volta ci siamo trovati a sfalciare l’erba dell’anfiteatro e ad allestire con le balle di fieno la scenografia per Il Ciclope. Era una prova, e funzionò, così poi è partito il festival, con Teatro pubblico ligure, che ha ideato la manifestazione, l’allora Polo museale e il Comune pronti a lavorare insieme. È stato un percorso che ha visto tanti spettacoli ogni anno e per questa edizione abbio voluto fare una sorta di upgrade, proponendo per la prima volta una tragedia greca a tutti gli effetti, l’Aiace di Sofocle, anche se pensata per essere accessibile a un pubblico più eterogeneo possibile. Il debutto ufficiale dell’allestimento è in programma il 28 giugno al Teatro romano di Fiesole, ma abbiamo voluto portarla in anteprima nazionale al Portus Lunae Festival e al suo pubblico, un pubblico amico, che si è affezionato al progetto e con il quale vogliamo condividere il debutto”.
Maifredi ha quindi spiegato “che abbiamo scelto come titolo e linea guida di questa edizione Il Furore; forse una parola politicamente scorretta, oggi i termini che vanno per la maggiore sono più soft. Il furore è invece qualcosa che appartiene alle grandi epoche, qualcosa di smisurato”. Sentimento e condizione, guardando agli spettacoli, che caratterizzano Aiace, Orlando (ad Astolfo/David Riondino il compito di recuperarne il senno), l’abbandonata Armida/Maddalena Crippa. “Abbiamo scelto tre eroi – ha concluso Maifredi – che rappresentano bene questo sentimento smisurato, eccessivo, per portarlo all’anfiteatro di Luni, un luogo che può competere con la maggior parte dei siti archeologici italiani; quando sei al suo interno provi la stessa emozione che puoi provare nei teatri romani delle Marche, della Sicilia, della Basilicata. E noi facciamo del nostro meglio per portare nell’anfiteatro una progettualità coerente, con la consapevolezza che vogliamo rivolgerci a un pubblico eterogeneo e di oggi. Quindi, in linea con il payoff ‘Parole antiche per pensieri nuovo’, guardiamo al tesoro enorme che ci lascia il passato per vivere oggi e guardare al futuro; non quindi per sognare qualcosa di antico, bensì per dargli vita”.
Schede degli spettacoli in breve
Lunedì 27 giugno 2022, ore 20.45
Area archeologica di Luni
ANTEPRIMA NAZIONALE
AIACE
Di Sofocle
Regia di Sergio Maifredi
Traduzione di Maria Grazia Ciani
Consulenza letteraria Giorgio Ieranò
con
Corrado d’Elia – Aiace, Teucro
Alberto Giusta – Atena, Messaggero, Agamennone, Menelao
Andrea Nicolini – Tecmessa, Odisseo
Marco Rivolta – Coro
Musiche originali Mario Incudine
con la collaborazione di Antonio Vasta
eseguite dal vivo da Giorgio Rizzo
Assistente alla regia Marco Rivolta
Sarta Umberta Burroni
Direzione di produzione Lucia Lombardo
Produzione Teatro Pubblico Ligure
Martedì 19 luglio 2022, ore 20.45
Area archeologica di Luni
IL CANTO DEL RINASCIMENTO ITALIANO
MADDALENA CRIPPA
ARMIDA
Dalla “Gerusalemme liberata” di Torquato Tasso
Drammaturgia di Peter Stein
Introduce Corrado Bologna
Progetto e regia di Sergio Maifredi
Produzione Teatro Pubblico Ligure
Direttore di produzione Lucia lombardo
Martedì 2 agosto 2022, ore 20.45
Area archeologica di Luni
DAVID RIONDINO
ASTOLFO SULLA LUNA
E altri viaggi fantastici nei poemi cavallereschi
Da “Orlando furioso” di Ludovico Ariosto
Progetto e regia Sergio Maifredi
Direttore di produzione Lucia Lombardo
Produzione Teatro Pubblico Ligure

Informazioni:

Per l’anteprima di Aiace del 27 giugno 2022:
Prenotazione da mercoledì 8/06/2022 esclusivamente previa telefonata o messaggio whatsapp al numero 333 6118748 dal mercoledì alla domenica con orario 10-13 e 15-18:30
Il ritiro dei biglietti prenotati sarà possibile da venerdì 24 a domenica 26 giugno in orario apertura dell’Anfiteatro (da mercoledì a domenica 10/13 15/18:30) presso la biglietteria o in alternativa 1 ora prima dello spettacolo lunedì 27 giugno.
Lo spettacolo è gratuito mentre il costo dell’ingresso all’Anfiteatro è di € 1,00 per il biglietto intero e € 0,50 per il biglietto ridotto.
Ingresso agli spettacoli e alle visite guidate dalla via Appia, lato anfiteatro.
Prenotazioni per Armida e Astolfo sulla luna: esclusivamente al numero 333 6118748 negli orari di apertura di ARTEmisia (dal mercoledì alla domenica con orario 10-13 e 15-18:30); è possibile anche inviare un messaggio whatsapp.
Il ritiro dei biglietti prenotati sarà possibile negli orari di apertura di ARTEmisia (dal mercoledì alla domenica con orario 10-13 e 15-18:30) o in alternativa 1 ora prima dello spettacolo al botteghino del teatro.
Il costo dello spettacolo è gratuito mentre il costo dell’ingresso all’Anfiteatro è di € 1,00 per il biglietto intero e € 0,50 per il biglietto ridotto.
Gli spettacoli sono preceduti da una visita guidata alle ore 19.30 con partenza dall’anfiteatro (via Appia), a cura degli archeologi della Direzione regionale Musei Liguria. Necessaria la prenotazione su www.musei.liguria.beniculturali.it/portus-lunae. Costo 2 euro (il biglietto si può acquistare presso l’anfiteatro dalle 19.00)
leggi anche
L'anfiteatro di Luni
All'anfiteatro di luni
Portus Lunae Art Festival 2022, gli spettacoli
Uno dei chiostri del convento di San Francesco Grande
Intervista al professor bonatti
“I tesori di San Francesco Grande dimostrano che Spezia non è nata con l’arsenale”
Vivere i portici, l'appuntamento con Gino Ragnetti
Cultura e spettacolo
Quarto e ultimo appuntamento con “Vivere i portici”: venerdì tocca ai “Luoghi nascosti” di Savani e Vendasi