Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Dopo l'evento in sala dante

Vaira: “La sanità è un tema politico, il tema politico più importante di tutti”

Piera Sommovigo e Franco Vaira

“Ieri si è svolto il Convegno “Spezia città sana”, organizzato dalla lista civica “Spezia con te – Avanti insieme” di cui faccio parte, a sostegno della candidatura a sindaco di Piera Sommovigo. Un centinaio di spezzini (nessun politico professionista, ne claque di partito) hanno avuto la pazienza di ascoltarci, in una giornata afosa e ad un orario complicato come le 17.
Hanno ascoltato con grande attenzione il toccante intervento, che ha aperto i lavori, di una malata di cancro che si è battuta inutilmente negli ultimi 2 anni affinché i malati oncologici ricevessero un’assistenza dignitosa. Lorenza ha affermato che nonostante gli sforzi eroici del personale sanitario il sistema non riesce ad offrire risposte adeguate ai bisogni dei malati e delle loro famiglie. Ha parlato di sale d’attesa ospedaliere inadeguate e, in qualche caso addirittura assenti, della sua protesta sfociata nella “conquista” di una tenda da campo installata davanti al DH oncologico, per evitare ai malati in attesa della chemioterapia, l’esposizione al freddo invernale e al caldo estivo. E ancora del personale stanco e stressato, della difficoltà ad accedere agli esami diagnostici, della fatiscenza dell’ospedale Sant’Andrea. Ma soprattutto ha amaramente dichiarato la sua delusione per la totale assenza di empatia e di risposte da parte di chi governa la sanità spezzina.

Dopo Lorenza ha preso la parola Stefania, infermiera del blocco operatorio, che ci ha confessato il disagio del personale sanitario carente e male organizzato. A seguire il pubblico ha potuto ascoltare le parole commuoventi di Paola, una dei 120 operatori socio-sanitari (OSS) che recentemente, dopo anni e anni di lavoro, lo hanno perso, pur avendo rischiato la vita durante la pandemia. Paola ha descritto il cinismo di chi ha il potere, il concetto di meritocrazia che ha costretto 158 OSS a sostenere un concorso basato su un test scritto a quiz multipli, anziché valutare le loro capacità sulla base di una prova pratica (ad esempio utilizzando un banale manichino e un letto). Personalmente ho cercato di fornire i dati ufficiali che fotografano il disastro della sanità spezzina. Ma anche le possibili soluzioni che noi di “Spezia con te” proponiamo. A partire dall’impegno che ci prendiamo di fronte agli elettori di essere, se Piera verrà eletta Sindaca, il cane da guardia a tutela della salute degli spezzini, una spina nel fianco della Dirigenza Sanitaria locale e soprattutto di Alisa e della Regione Liguria. Perchè le possibili soluzioni alle criticità della sanità spezzina si possono e si devono discutere. Non esiste un dogma. Ma non accettiamo che le scelte strategiche per il presente e il futuro della sanità spezzina vengano sempre e solo decise a Genova, con il silenzio complice e assordante del Sindaco Peracchini e della sua Giunta.

Il Convegno è stato autorevolmente concluso da Piera Sommovigo che ha ripreso i vari temi e promesso che se sarà il futuro sindaco la sanità sarà il tema prioritario della sua Giunta. E intanto, dopo anni di proteste inascoltate degli operatori sanitari e delle associazioni che rappresentano i malati, dopo anni in cui la maggioranza di centrodestra che governa Spezia e la Regione Liguria rifiuta il confronto, addirittura con gli Ordini Professionali, ecco annunciarsi l’ennesima passerella elettorale (a Spezia la chiamiamo “marchetta”) del Presidente Toti che il 3 giugno prossimo, immagino con i soldi dei contribuenti, ha invitato Primari, Ordini Professionali… ad un incontro sui temi sanitari dal titolo “Cura, eccellenze, innovazione”. Se il tema non fosse così delicato e talvolta tragico, verrebbe sinceramente da ridere”.

Franco Vaira – medico oncologo, candidato nella lista “Spezia con te – Avanti insieme”