Quantcast
Spezia-Napoli, il momento in cui i napoletani scappano dai napoletani - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Un pomeriggio di follia

Spezia-Napoli, il momento in cui i napoletani scappano dai napoletani

Sono stati altri tifosi del Napoli i primi a subire le conseguenze delle intemperanze dei loro concittadini all'interno del settore ospiti dello stadio Picco. Uno dei dettagli più assurdi delle violenze perpetrate durante Spezia-Napoli di domenica 22 maggio si coglie pochi istanti prima dell'invasione di campo da parte degli ultras campani. Documentate in questi scatti del nostro fotografo Stefano Stradini, mostrano i supporter azzurri in fuga verso gli spezzini per allontanarsi dalla minacciosa presenza degli ultras con cui condividono la fede calcistica.

Spezia-Napoli, incidenti nel settore ospiti

Sono stati altri tifosi del Napoli i primi a subire le conseguenze delle intemperanze dei loro concittadini all’interno del settore ospiti dello stadio Picco. Uno dei dettagli più assurdi delle violenze perpetrate durante Spezia-Napoli di domenica 22 maggio si coglie pochi istanti prima dell’invasione di campo da parte degli ultras campani. Documentate in questi scatti del nostro fotografo Stefano Stradini, mostrano i supporter azzurri in fuga verso gli spezzini per allontanarsi dalla minacciosa presenza degli ultras con cui condividono la fede calcistica.

In Curva Piscina, come è già capitato in questa stagione, vi erano infatti anche tifosi ospiti. Vengono accomodati dalla parte del settore ospiti, separati da una semplice corda, perché non è mai successo nulla di eclatante con i supporter di casa. Succede quindi che, quando il lancio di fumogeni degenera e alcuni ultras del Napoli provano a scavalcare la paratia di divisione con cinghie e aste in mano, siano proprio napoletani i primi a trovare sulla propria strada.

Spezia-Napoli, incidenti nel settore ospiti

 

Negli scatti che vi mostriamo, si scorgono alcuni bambini con la maglia azzurra allontanarsi da quel fronte che diventa sempre più minaccioso, cercando riparo tra i tifosi dello Spezia. Pochi minuti dopo, gli ultras entreranno in campo dietro la porta difesa da Meret, malmenando gli steward e venendo fermati dall’intervento della Polizia. Immagini che DAZN non mostra in diretta, per evitare di dare risalto alla violenza.

Una scelta contro cui si scaglia il giorno dopo Usigrai, il sindacato dei giornalisti della tv di Stato: “Ancora una volta la regia unica impedisce ai cittadini ed ai telespettatori di essere informati. È accaduto al Picco di La Spezia dove, dopo dieci minuti dall’inizio dell’incontro di calcio tra Spezia e Napoli, l’arbitro è stato costretto ad interrompere la gara per gli incidenti sugli spalti tra le tifoserie e per l’invasione di campo di alcuni facinorosi. Purtroppo però a casa nessuno ha potuto vedere nulla”.

“Né ai giornalisti presenti in tribuna stampa è stato consentito di documentare quanto accaduto (così come imposto dalle norme introdotte dalla lega calcio all’interno degli stadi)”, si legge in una nota che denuncia “l’ennesima conferma di come la regia unica imposta dalla lega calcio durante le partite di serie A e B impedisca il corretto esercizio del diritto di cronaca. I cittadini devono essere informati. Non è più tollerabile che un diritto costituzionalmente garantito possa essere sistematicamente violato in ossequio a logiche di natura commerciale”.

Più informazioni