LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Futuro del san bartolomeo

Giorgi chiede di convocare in Commissione il Manifesto per la sanità

Federica Giorgi

La capogruppo M5S nel Consiglio comunale di Sarzana Federica Giorgi ha scritto al presidente della commissione Affari alla persone Precetti e al presidente del Consiglio Rampi per chiede la convocazione di una seduta dell’organo consiliare e un’audizione. “Negli ultimi tempi – spiega Giorgi – il gruppo di soggetti che fanno capo al Manifesto per la sanità locale hanno organizzato due importanti iniziative pubbliche per informare sulla situazione della sanità provinciale con relazioni dettagliatissime sui principali temi . Nella fattispecie, nelle iniziative in sala Dante a La Spezia e sala della Repubblica a Sarzana, l’avvocato Rino Tortorelli ha relazionato sul percorso e sulla situazione attuale del piano finanziario per la costruzione del nuovo ospedale spezzino del Felettino, il dottor Lorenzo Cozzani sulla situazione dei servizi territoriali e medici di famiglia e l’ infermiere Valter Chiappini su personale, posti letto ed ospedali. Ad entrambe le iniziative erano stati invitati tutti i livelli istituzionali e politici locali a partire dal Presidente ed Assessore alla sanità ligure fino ai sindaci della Provincia e consiglieri comunali. Per parte della maggioranza che guida il Comune capoluogo Spezzino e quello di Sarzana non c’è stata alcuna presenza, tranne, a Sarzana, quella della Consigliera Lucia Innocenti. Considerate le tematiche, le denunce e le ipotesi portate pubblicamente a riguardo della gestione dei servizi sanitari locali ed in particolare dell’ospedale San Bartolomeo di Sarzana ritengo sia doveroso sopperire a tali assenze, che indubbiamente hanno impedito ai Consiglieri comunali, alla giunta ed alla Sindaco Ponzanelli di avere cognizione della realtà supportata da dati e fatti inconfutabili presentata dal Manifesto per la sanità locale in tale sede.

Sono pertanto a richiedere al Presidente della Commissione affari alla persona la convocazione della Commissione stessa con audizione dei responsabili del Manifesto e relatori delle due iniziative succitate al fine di concordare, eventualmente, un intervento del Consiglio comunale in merito a garanzie ufficiali da parte della regione per quanto riguarda i servizi in ambito distrettuale Val di Magra, compreso il futuro dell’ospedale san Bartolomeo. Non è superfluo ricordare che tali servizi devono essere ratificati nel nuovo Piano Socio Sanitario Regionale che andrà a sostituire quello scaduto ormai da ben tre anni e in corso di definizione in regione. Come non è superfluo evidenziare che pure in Consiglio regionale è stata più volte inutilmente avanzata la richiesta di accedere alla relativa documentazione per poter adeguatamente affrontare la discussione in sede consigliare e che tale PSSR dovrà poi essere valutato dalla conferenza dei Sindaci di ASL 5”.

 

Più informazioni