Quantcast
Verso il voto, Vaira: "Personale sanitario, situazione sempre più insostenibile"  - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Spezia con te

Verso il voto, Vaira: “Personale sanitario, situazione sempre più insostenibile” 

Franco Vaira
“Ho scelto di candidarmi alle elezioni comunali del 12 giugno 2022 nella lista “Spezia con te – Avanti insieme” a sostegno di Piera Sommovigo sindaca.
Ho preso questa decisione perché oltre 6 anni di governo regionale e quasi 5 anni di governo cittadino di centro destra hanno portato ad una condizione della sanità spezzina ormai insostenibile.
La gravità della situazione è stata denunciata in più sedi da tutte le sigle sindacali che rappresentano le varie professioni sanitarie.
Nel corso del 2021, per ben due volte, questi operatori hanno manifestato il loro disagio davanti ai cancelli del Sant’Andrea; e alcuni mesi fa i cittadini si sono uniti alle loro protesta, sfilando in migliaia per le strade di Sarzana.
Tutte queste iniziative, tutte le criticità segnalate nelle sedi istituzionali e attraverso i mass-media non hanno avuto nessuna risposta da parte della Giunte Comunale di Spezia e della Regione Liguria.
I rappresentanti politici spezzini di centrodestra sembrano rassegnati a considerare il futuro della sanità spezzina come quello di una provincia di serie B, condannata a dover prendere solo le briciole delle risorse regionali; e sembrano più preoccupati di non disturbare il Presidente della Regione, piuttosto che di mettere in campo progetti e iniziative tali da rassicurare gli operatori e gli utenti dei nostri servizi sanitari.
Che la situazione sia insostenibile lo dicono i dati oggettivi, ufficiali, non smentibili da parte di nessuno.
La nostra ASL ha il 30% di operatori in meno rispetto alla media regionale.
Mancano all’appello, solo in ospedale, almeno 50 medici.
Vi sono 25 posti carenti nella medicina di continuità (ex guardia medica).
Nel 2019 avevamo 1063 infermieri, ad oggi ne restano 1024.
Nel 2019 avevamo complessivamente 510 posti-letto ospedalieri, oggi se ne contano solo 420 (90 in meno!).
Il numero medio di operatori sanitari per 1.000 abitanti della nostra Provincia è il più basso della Regione, addirittura la metà di quello della provincia di Genova.
Nonostante l’aumento da 1.500 a 1800 del massimale di assistiti dei medici di medicina generale, vi sono almeno 1.000 cittadini senza un medico di famiglia.
Periodicamente registriamo anche le dimissioni di qualche stimato specialista, compresi alcuni Primari;  non mi riferisco ai medici che via via vanno in pensione, ma di dimissioni volontarie per trasferimenti in altre sedi ospedaliere o per una scelta privatistica”.
Franco Vaira
Candidato consigliere nella lista Spezia con te – Avanti insieme
Più informazioni