LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"elemento di valorizzazione"

Lerici, Paoletti: “Parcheggi interrati fondamentali, chi dice altro non sa di cosa sta parlando”

Il sindaco all'incontro con l'Unitre: "Speriamo di partire a ottobre con l'intervento di Bagnara".

Il sindaco di Lerici Leonardo Paoletti incontra l'Unitre

Parcheggi interrati tra i temi affrontati ieri dal sindaco Leonardo Paoletti nel corso dell’incontro con l’Unitre dedicato ai futuri progetti per Lerici. “L’idea di offrire un parcheggio a chi viene da fuori – ha detto il primo cittadino – deve andare di pari passo con l’idea di risolvere il più possibile i problemi anche per i residenti. Nel momento in cui si realizza una infrastruttura, questa deve dare una duplice risposta. E deve essere una risposta complessiva, perché nel momento in cui si investono soldi del bilancio pubblico e si fanno interventi sul territorio, questi interventi devono essere risolutivi, altrimenti si sono fatte valutazioni errate. L’idea è creare parcheggi interrati, che non producono inquinamento paesaggistico e soprattutto danno risposte numericamente importanti, perché in uno spazio limitato, realizzando più piani, moltiplico i posti auto che possono stare in una piazza. Per Lerici i parcheggi interrati sono fondamentali, chi vi dice altre cose non sa di cosa sta parlando. I parcheggi interrati in tutto il mondo sono elemento di valorizzazione del territorio”.

“Sui parcheggi interrati abbiamo già una progettazione avanzata. La complessità più alta riguarda il sottosuolo. Il nostro territorio è pieno di acque sotterranee che richiedono interventi di regimazione. Quindi servono studi idraulici per capire come spostare le acque e come spostarle in modo che non creino problemi maggiori o ulteriori. Su queste tematiche abbiamo ingegneri e uffici pubblici al lavoro insieme”, ha proseguito il primo cittadino, spiegando che in particolare ora ci si sta concentrando sulla zona di Bagnara a San Terenzo, “da dove vorremmo partire con i parcheggi interrati, realizzandone uno sotto il campetto da calcio. Speriamo di poter partire a ottobre, abbiamo già un’importante società e una banca importanti pronte a fare l’intervento. Vogliamo partire da Bagnara perché quei 220 posti in più che andremo a realizzare andranno a sostituire quelli della Vallata quando la demoliremo per mettere le auto sottoterra e portare i parcheggi da meno di 400 a 750-800. Se invece iniziassimo dalla Vallata, Lerici sarebbe bloccata per un anno e mezzo o due perché non ci sarebbero parcheggi in sostituzione”.

“Certo – ha aggiunto il primo cittadino -, ora che stiamo ripartendo dopo i problemi creati dal Covid – prima gli uffici pubblici non si potevano nemmeno parlare, se non in videoconferenza -, c’è la guerra, che sta creando problemi per avere materie prime, merci, prodotti, più l’aumento dei costi per le materie prime. Questo comporta la necessità di rifare tutti i conti, perché quando si affida un appalto i conti devono essere esatti, altrimenti ne paghiamo le conseguenze come pubblica amministrazione. Sbagliare i conti è uno degli incidenti più gravi che possa accadere negli appalti pubblici”.

Il sindaco ha concluso delineando una “Lerici del futuro in cui si arriverà e si parcheggerà fuori, arrivando in centro con i bus navetta o facendo una passeggiata. I parcheggi ci saranno e daranno una risposta importante, perché quantomeno triplicheremo i posti attuali. Ma tutto questo è un progetto in divenire, non si realizza all’istante. E l’idea è avere un giorno un parcheggio anche qua in centro – presto faremo il referendum per decidere dove farlo, se dalla Rotonda Vassallo o in Piazza Bacigalupi -, che darà una risposta importante, perché dovrà ricevere molte auto dei residenti, perché a me piacerebbe togliere tutte le auto parcheggiate in Via Roma, allargare il marciapiede e creare una bella passeggiata lungomare e, quando ci sarà la necessità di farlo, nei momenti di maggior afflusso, fare una Zona a traffico limitato, che non chiuda più Lerici e San Terenzo come forti inespugnabili, ma che si limiti a regolare i centri storici. Ad esempio, scendendo da Via Gerini, chi non è residente non entrerà in Via Roma, ma dovrà svoltare a destra o entrare nel parcheggio Lerici centro, che appunto sarà o nella piazza del Comune o dalla Rotonda Vassallo. Questo parcheggio avrà quindi un numero importante di parcheggi per chi viene da fuori, ma non eccessivo, perché sarà il parcheggio in centro, dovrà essere una risposta anche nei periodo di minor afflusso, durante tutto l’anno. I parcheggi di grande numero saranno Vallata e San Terenzo, il parcheggio Lerici centro invece sarà sì una risposta a chi viene da fuori, a chi durante la settimana ha bisogno di venire in Comune, ma sarà anche un’importante risposta per i residenti, ai quali vorremmo dedicare gran parte dei posti per togliere le auto dalla superficie. Questo non dovrà necessariamente accadere il giorno che inauguriamo il parcheggio, perché lo dovremo pagare. E come si paga? Vendendo posti auto, ore di parcheggio. Se io lo do ai residenti gratuito non riesco a pagarlo; ma quando dopo cinque, sei, sette anni avrò finito di pagare, quel parcheggio potrà essere sempre di più destinato ai residenti. Alla fine avremo un Comune dove i residenti mettono la macchina sotto terra perché quel parcheggio ce lo siamo pagato”.

leggi anche
L'area della Rta, a sinistra, vista dal parcheggio la Vallata
"necessario"
“Alla Venere un albergo cinque stelle di riferimento per tutta la provincia”
Comune di Lerici
Lerici
“Referendum parcheggi, oltre a Rotonda e Piazza Bacigalupi inserire terza opzione: contrarietà a entrambe le opere”
Il collegamento tra La Spezia e Lerici
In notturna
Lavori in galleria, il programma delle prossime chiusure del collegamento con Lerici
Giardini di Lerici, giorno di mercato
Incontro con unitre
“Nuovo lungomare: più 20 per cento di verde e passaggio continuo tra Calata Mazzini e i giardini”
La scalinata da cui si accede alla Spiaggia della Vittoria
Terminati i lavori alla scalinata
Nuovamente accessibile la spiaggia della Vittoria
Il taglio delle piante nella zona del Parco della Rimembranza di Lerici
Lerici
Ratti chiede documentazione sul taglio degli alberi: “Niente da dire se erano pericolosi, ma occorre capire se si poteva fare altrimenti”
Il Comune di Lerici
"a questo punto è inutile, sarebbe una presa in giro"
“Referendum parcheggi Lerici, limitata la possibilità di scelta democratica”
Il castello di Lerici, nel golfo una nave da crociera
Il comune informa
Lerici, le regole per il carico e scarico in vigore dal 15 giugno