LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Il 21 maggio

Una giornata con Federico Fellini, evento alla mediateca regionale

Nuovo appuntamento alla Mediateca Regionale Ligure “S. Fregoso” (via Firenze, 37) che mette in collegamento cinema e letteratura. Sabato 21 maggio “Una giornata con … Federico Fellini”, a partire dalle ore 17 sarà presentato il libro di Nicola Bassano “Fellini ‘70” a seguire proiezione della versione restaurata del film “Amarcord”.

Fellini ‘70 (Bibliotheka Edizioni, 2021) è un saggio che analizza i capolavori degli anni ’70 girati dal maestro riminese, alla luce degli stravolgimenti politico-culturali che esplosero nel decennio e che portarono Fellini ad un drastico ripensamento creativo della sua visione poetica. Molti critici hanno visto nella filmografia felliniana degli anni ‘70 un momento di ripensamento creativo, una stagione nuova che coincise con il risveglio in lui di incubi e presenze consumate all’ombra delle riflessioni psicanalitiche del decennio precedente. Un nuovo percorso creativo, inaugurato da “I clowns”, si chiuse con “La città delle donne”; nel mezzo Roma, Amarcord, il Casanova e Prova d’orchestra: film caratterizzati da una struttura frammentaria, fatta di apparizioni enigmatiche e mostruose.

Il regista, all’alba dei 50 anni, iniziò un percorso volto a riflettere sui miti del suo passato, contribuendo alla creazione di un immaginario riconoscibile in tutto il mondo. Reduce dai successi del decennio d’oro del cinema italiano e dai capolavori acclamati, Fellini sembra disorientato di fronte a un presente che sembra regalare solo incognite.

Un nuovo punto di vista, un ulteriore sguardo, nella grande galassia felliniana, enorme cilindro da cui estrarre racconti e curiosità (che nel libro di Bassano non mancano), come lava e lapilli che continuano a sgorgare e a far luce sul genio. Quello degli anni Settanta, per Fellini, è il decennio dei film che si agganciano con insistenza alla memoria dell’infanzia, alla «infanzia magica», che il regista riminese «descrive e rielabora in immagini» attraverso «un dialogo costante con il ricordo, e attraverso il ricordo con gli aspetti più “irrazionali” della memoria»

Interverranno con l’autore il Professore Lorenzo Moretti e Roberto Vendasi, fotografo ed esperto di cinema.

A seguire sarà proiettato “Amarcord”, nella versione restaurata dal laboratorio L’Immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna. Uscito nel 1973, Amarcord è uno dei film di Fellini più amati e acclamati, vincitore del premio Oscar come migliore film straniero. Per assistere alla giornata-evento biglietto unico 5€.

Nicola Bassano, nato a Sarzana nel 1974, storico del cinema, laureato in Conservazione dei Beni Culturali all’Università di Parma, lavora presso la Cineteca del Comune di Rimini dove si occupa dell’Archivio e del Museo Federico Fellini. Impegnato nella ricerca d’archivio, collabora con musei, fondazioni e istituzioni promuovendo il cinema italiano e i suoi grandi autori. Nel 2020 un suo saggio dal titolo “Fellini’s Critical Reception in Italy” è stato incluso nella pubblicazione “A companion to Federico Fellini”, in cui il curatore Frank Burke, in occasione del centenario della nascita di Fellini, ha chiamato a raccolta tutti i migliori studiosi del Maestro riminese.

Più informazioni
leggi anche
Leonardo Bocchia
Jazz
Proseguono le jam da Bacchus, questo martedì protagonista il bassista Leonardo Bocchia
Festa della Focaccia di Recco
Dopo due anni di stop
Torna la Festa della focaccia di Recco, degustazioni gratuite mattino e pomeriggio