Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Arbitro della salvezza

Spalletti assicura: “Nessun esperimento contro il Genoa, dare il massimo”

Domenica sarà anche l'ultima partita casalinga di Lorenzo Insigne, dopo oltre 430 partite e 121 gol: "Sì, un motivo in più per stringersi attorno a Lorenzo. Lui è stato un capitano disponibile e di esempio per i compagni. Lo ringrazio per quello che ha dato a me e alla squadra".

Luciano Spalletti

“Non faremo esperimenti in queste due ultime gare perché vogliamo chiudere al massimo e in bellezza. Il Genoa ha un calcio molto concreto e fisico e bisognerà dare il massimo”. Lo ha detto Luciano Spalletti alla vigilia del match di domenica del Napoli ed in previsione dell’ultima giornata, che gli azzurri disputeranno al Picco. Il tecnico toscano è arbitro indiretto della corsa salvezza.

Se i rossoblù non dovessero vincere al Maradona, lo Spezia avrebbe la certezza di non poter più essere raggiunto da Criscito e compagni. “Ci aspetta un impegno importante perché vogliamo consolidare e conquistare il podio. Ci vorrà una gara intensa e una prestazione di livello. Coloro che verranno al Maradona testimonieranno dell’affetto per questa squadra”.

Sarà anche l’ultima partita casalinga di Lorenzo Insigne, dopo oltre 430 partite e 121 gol: “Sì, un motivo in più per stringersi attorno a Lorenzo. Lui è stato un capitano disponibile e di esempio per i compagni. Lo ringrazio per quello che ha dato a me e alla squadra. E’ stato un punto di riferimento per il gruppo ed ha molti meriti per la conquista della zona Champions”. Sul futuro: “Io sono l’allenatore del Napoli anche per la prossima stagione. La volontà comune è quella di raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi”.

 

Più informazioni