Quantcast
"A Le Grazie mancina antica e cannoni da restaurare e ricollocare" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Reperti storici del porto vecchio

“A Le Grazie mancina antica e cannoni da restaurare e ricollocare”

I reperti del porto antico de Le Grazie

“Nel giugno 2020 avevamo presentato una mozione riguardo la proposta di restauro e ricollocazione dell’antica mancina del porto vecchio delle Grazie, proposta comprensiva del restauro del cannone navale inglese che caratterizza il porto dal suo recupero avvenuto presso la banchina delle Grazie su proposta di alcuni volontari a metà degli anni ‘80. La mozione seppur respinta dalla Maggioranza faceva scaturire l’impegno dell’amministrazione,
espresso dal vicesindaco Di Pelino, di verificare con la Soprintendenza la fattibilità e le procedure necessarie alla conservazione ed eventuale restauro dell’antica mancina ricoverata e ancora attualmente, presso il Cantiere Valdettaro. A quasi due anni da quella proposta e da quell’impegno espresso ci sembra corretto che venga data una informativa al consiglio comunale sull’evoluzione delle procedure che si auspica siano in corso d’opera, cogliendo l’occasione per il rinnovo ed aggiornamento della proposta”.

I consiglieri comunali di Porto Venere Bene Comune chiedono insomma notizie su quell’idea, rimasta per ora nel cassetto, magari rivedendola in base ad osservazioni ed in funzione anche di un possibile “riutilizzo” a titolo storico/dimostrativo della mancina: “Una volta restaurata potrebbe venir ricollocata nella sua sede originaria in testa al piccolo molo costruito all’epoca a quello scopo. Inoltre, in relazione al recupero e valorizzazione storica / monumentale dei reperti presenti nelle aree pubbliche, è emersa, da un recente sopralluogo volto a verificare la presenza e lo stato conservativo della mancina presso il Cantiere Valdettaro, la presenza di due storici cannoni anch’essi tolti dalle banchine sempre a metà degli anni ’80 e rimasti presso l’allora Cantiere Varignano che aveva curato gratuitamente il restauro del cannone oggi esposto nel porto vecchio”.

Nell’ottica di una valorizzazione complessiva dei reperti disponibili i consiglieri di minoranza chiedono di valutare la fattibilità di recupero, restauro e valorizzazione anche di questi ultimi, prima che possano andare dispersi,
preso atto del loro “ritrovamento” a quarant’anni dalla loro rimozione presso le banchine delle Grazie: “Questa nuova coppia di cannoni storici, debitamente restaurata potrebbe trovare collocazione, ad esempio, in un’area allo scopo individuabile presso le banchine del campo sportivo in fase di ristrutturazione da parte dell’Autorità di Sistema Portuale della Spezia, attualmente prive di ogni forma di ornamento o decorazione, o in altra area ritenuta idonea nella frazione delle Grazie” – spiegano i consiglieri, che chiedono un impegno all’amministrazione: “Si vada a verificare con la Soprintendenza le procedure relative al recupero, restauro e ricollocamento della coppia di affusti di cannone “rinvenuti” presso il Cantiere Valdettaro”. Se ne parlerà in consiglio comunale.

Più informazioni
leggi anche
Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale
Introitati più di 25milioni di euro
Autorità di sistema portuale: approvato bilancio, affidati servizi per crociere. Dal Ministero 5 milioni per le banchine a Le Grazie