Quantcast
Aperto il ponte sul Magra, la Spezia e la Lunigiana si abbracciano di nuovo - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Il taglio del nastro

Aperto il ponte sul Magra, la Spezia e la Lunigiana si abbracciano di nuovo

Due anni dopo il crollo, ad Albiano Magra c'è un nuovo ponte. "Abbiamo messo a pieno regime una macchina ingegneristica complessa poco più di un anno fa ed oggi possiamo dire che riuscire a rispettare i tempi strettissimi che ci eravamo dati non era affatto scontato", ha detto l'ad di Anas, Aldo Isi. Il sindaco Valettini: "Vogliamo mantenere il casello Albiano-Ceparana".

Il nuovo ponte di Albiano Magra

Albiano Magra ha di nuovo il suo ponte. Un ponte tutto nuovo realizzato a monte di quello che crollò due anni fa e le cui macerie, in parte, sono ancora lì in attesa di essere rimosse. Tante persone e le istituzioni locali e nazionali hanno voluto essere presenti a una giornata storica, quella del taglio del nastro e dell’apertura al traffico del viadotto che collega le due sponde del Magra, quella di Albiano e quella di Caprigliola, altra frazione del comune di Aulla.

Soddisfatto il sindaco Roberto Valettini che ha rivendicato le pressioni dell’amministrazione aullese affinché si giungesse a una soluzione definitiva, evitando la realizzazione di ponti provvisori. “Una decisione fortemente voluta dalla mia amministrazione – ha rivendicato ai microfoni dei giornalisti Valettini -. Oggi abbiamo la conferma che quella fu la scelta migliore”.

Poi un passaggio anche sul casello autostradale di Ceparana: “Sicuramente caldeggeremo il mantenimento di questa struttura, non a caso la denominazione è Albiano-Ceparana”. Infine il primo cittadino ha parlato delle macerie del vecchio ponte ancora in alveo: “È Anas oggi che ha la competenza esclusiva e non sono per le invasioni di campo, ma senz’altro chiederemo all’azienda di procedere quanto prima”.

Il nuovo ponte di Albiano sul Magra

L’amministrazione comunale di Bolano era presente all’inagurazione del nuovo ponte di Albiano Magra, un’opera che ripristina il collegamento tra la Liguria e la Toscana, nelle persone del Sindaco Alberto Battilani, il vice Sindaco Paolo Adorni, l’assessore all’Ambiente Paolo Polloni e il consigliere comunale Gianmarco Franchi. “Negli interventi del presidente di Anas,dei presidenti delle Regioni Liguria e Toscana e del Vice Ministro alle Infrastrutture, è emersa la volontà di lavorare assieme a noi per il mantenimento definitivo delle rampe sull’A12, una sinergia importante che ci fa essere ottimisti su tale obiettivo – spiega il primo cittadino Battilani -. Da notizie ancora non ufficiali la gratuità dei pedaggi dovrebbe essere fino al 5 maggio: sarà nostra cura tenere informata la popolazione”.

 

Battilani e Siti al Ponte di Albiano

 

“Una sfida vinta e una dimostrazione che, quando si vuole, la collaborazione tra istituzioni a vario libello dà i suoi frutti”, ha detto il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti -. Credo sia una bella giornata. Oltre a restituire il ponte, si aggiungono le due rampe che spero possano rimanere a servizio di questo territorio che ha tanto sofferto”.

“Abbiamo messo a pieno regime una macchina ingegneristica complessa poco più di un anno fa ed oggi possiamo dire che riuscire a rispettare i tempi strettissimi che ci eravamo dati non era affatto scontato”, ha detto l’ad di Anas, Aldo Isi.  “Abbiamo restituito al territorio la piena mobilità. Questo ponte rappresenta un collegamento strategico per tutte le aree interessate che va al di là del carattere squisitamente infrastrutturale”, le parole del presidente Edoardo Valente.

“Il nuovo ponte di Albiano Magra è realtà. È il coronamento di un percorso di collaborazione e dialogo che ha visto il coinvolgimento di soggetti istituzionali, Anas e maestranze. Ed è l’ulteriore conferma di come commissariamenti con team operativi permettano di raggiungere obiettivi straordinari che devono essere la normalità in vista del Pnrr e delle Olimpiadi 2026. Concretezza, trasparenza e velocità, il modello Albiano è la via maestra da seguire per la revisione del Codice degli appalti, ora in fase di riscrittura”. Così il viceministro alle Infrastrutture e Mobilità sostenibili, Alessandro Morelli.
“L’impegno per le comunità locali – ha concluso Morelli – non finisce qui, siamo al lavoro per rendere permanenti le rampe autostradali a Ceparana, in settimana ne parlerò con Salt”.

“Un intero territorio torna a respirare a distanza di due anni da quell’8 aprile 2020, giorno in cui è crollato il vecchio viadotto”, così il Sottosegretario di Stato alla Difesa Stefania Pucciarelli e il deputato Lorenzo Viviani, commissario per la provincia spezzina della Lega. “Esprimiamo grande soddisfazione nel vedere i veicoli percorrere il nuovo viadotto, posto in un territorio di confine che finalmente ora ha ritrovato uno suo collegamento viario cruciale. Quella di oggi rappresenta non solo l’inaugurazione di uno snodo viabilistico cruciale per un territorio di confine, ma anche un ottimo esempio di buon governo e sinergia tra tutte le realtà coinvolte: dal Commissario Straordinario Fulvio Maria Soccodato, ai cittadini, agli amministratori locali locali e al viceministro Morelli. Come Lega avevamo sin da subito evidenziato anche la necessità di rendere stabili e definitive le rampe sulla A12, che hanno permesso di alleviare le difficoltà di spostamento ad un tessuto sociale ed economico che ha sofferto molto per il crollo del vecchio ponte. Oggi come allora ribadiamo la necessità della permanenza delle rampe e ci impegneremo affinché vengano mantenute definitivamente, come confermato da Morelli che ha sottolineato anche nel discorso inaugurale di questa mattina come questo sia allo studio da parte del gestore autostradale e che c’è l’unità d’intenti sulla permanenza delle rampe di tutte le istituzioni, da quelle locali a quelle nazionali e che questo obiettivo dovrà essere portato a casa”.

Lorenzo Viviani, Alessandro Morelli e Stefania Pucciarelli

 

“Con l’apertura del ponte di Albiano Magra si chiude un periodo difficile per la la comunità locale, la provincia di Massa Carrara, ma anche per la provincia della Spezia perché il viadotto crollato univa di fatto due regioni. Grazie alla collaborazione fra Regione Liguria e Regione Toscana e al lavoro del commissario Soccodato il nuovo ponte è stato costruito, dimostrazione che le opere pubbliche possono essere fatte bene e in tempi certi attraverso la nomina di commissari”. Così la deputata Manuela Gagliardi sull’inaugurazione del ponte di Albiano Magra.
“Ora è importante che vengano mantenute le rampe sull’A12 a Ceparana, realizzate con grande impegno da parte di Regione Liguria e che hanno dimostrato di essere un’infrastruttura strategica per il territorio, sia ligure che toscano, in un’area dove risiedono 3mila persone e sono presenti circa mille aziende – prosegue – In media sono più di 4mila i veicoli che ogni giorno transitano sulle rampe della A12, è evidente la loro importanza, sia da un punto di vista economico che sociale”.
“Regione Liguria si è fatta promotrice sin da subito di questa esigenza e e lo ha chiesto formalmente al ministro. Ci auguriamo che arrivi quanto prima una risposta positiva, porterò anch’io all’attenzione del ministro l’importanza delle rampe per il territorio”, conclude Gagliardi
Più informazioni
leggi anche
il nuovo ponte di Albiano Magra
Ci siamo
Albiano, il ponte che unisce le valli è pronto e sabato sarà aperto. Ecco com’è fatto
Le istituzioni ad Albiano
Stamani il varo
Una prima campata da 102 metri per il nuovo ponte di Albiano
Andrea Angelotti, davanti alla carcassa del suo "Rosso"
Superstite al crollo
Il sopravvissuto di Albiano: "Abbandonato con stipendio da fame"
Ponte di Albiano, intesa tra Liguria e Toscana
Ora si parte davvero
Il nuovo ponte di Albiano sarà pronto a marzo 2022
Crollato il ponte di Albiano, una delle persone coinvolte si allontana dal disastro
Cronaca
Crollato il ponte di Albiano
Jacopo Ferri
Lunigiana
“Sanità, è tempo di importanti decisioni”
Comune di Aulla
800mila euro
Sala polifunzionale del Comune di Aulla, i soldi ci sono