LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
14 donne e 3 under 30

Leali a Spezia presenta i candidati, Melley: “In cinque anni abbiamo acquisito credibilità. Siamo l’architrave civico della coalizione”

I candidati della lista Leali a Spezia

“Siamo di nuovo qui, dopo cinque anni di impegno e di politica fatta senza rivolgere mai offese, ma ricevendone. Di fronte a una destra di governo che ha amministrato male la città abbiamo sempre fatto sentire la nostra voce, a volte anche nel silenzio dei partiti tradizionali. Con il nostro lavoro quotidiano abbiamo acquisito credibilità e sentito il consenso di tanti spezzini. Abbiamo una presunzione, quella di essere la vera architrave di questa coalizione, la forza civica che può dare il là e farci vincere”. Guido Melley ha aperto ufficialmente la campagna elettorale di Leali a Spezia in Largo Caffarata presentando gli altri 31 candidati della lista, che oltre al mondo civico e alla lista Sansa riunisce sotto il suo simbolo anche le insegne di Sinistra italiana, Linea Condivisa, Verdi. Schierato di fronte al point, dove sono spuntate le nuove grafiche per la corsa verso il voto del 12 giugno, un gruppo eterogeneo in cui spiccano 14 donne e tre under 30.
Melley,che ha nominato più volte Roberto Centi, consigliere comunale e regionale che si è affacciato sull’agone politico alle amministrative 2017, ha presentato a grandi linee i cinque punti del programma definendoli “distintivi rispetto a quelli che sono oggi a Palazzo civico”.
“Serve partecipazione – ha detto – non solo avere la porta aperta e proponiamo un assessorato ai quartieri, perché non esiste solamente il centro. Inoltre ci deve essere dialogo con Marina, anche per le questioni che riguardano il Ponente. Là vorremmo realizzare il Km azzurro, una promenade da Marola a Cadimare contraltare del Miglio blu di Toti e Peracchini, per far tornare l’attenzione su un territorio dove ci sono solo navi in disarmo e discariche. Per una buona sanità ci vuole un Comune autonomo, non schiacciato dalle dinamiche regionali. Vogliamo una città a misura di anziani, ma anche di giovani. Ma serve anche un nuovo Puc: con questa amministrazione siamo tornati indietro di 20 anni. Ma siamo sicuri che con Piera Sommovigo sindaca si riuscirà a unire la comunità su queste questioni, non a spaccarla come successo con Peracchini. Nel futuro della città vediamo un turismo ecosostenibile e ci chiediamo che fine abbia fatto la Dmo promessa da questa giunta, completamente sparita dall’agenda politica. E infine due temi che interessano gli spezzini, eccome: Panigaglia e la Palmaria. Siamo contrari al potenziamento del rigassificatore, con il traffico di bettoline da una parte all’altra del golfo. Per quanto riguarda la Palmaria, di cui Toti ha parlato pochi giorni fa con la solita tracotanza, riteniamo che debba essere difesa dalle speculazioni e che debba rimanere l’isola degli spezzini.

Presente alla presentazione anche Ferruccio Sansa, che ha lasciato la parola al coordinatore della lista, Stefano Quaranta, che si è detto colpito dall’umanità e dalla grinta di Piera Sommovigo. “Avverto un buon clima di collaborazione e credo che da Genova e La Spezia possa arrivare il segnale della riscossa”.
Michele Fiore, per Linea condivisa, ha dichiarato che “la politica di Leali a Spezia non è quella delle foto sui social, ma quella di chi studia per trovare il modo di bloccare pratiche come quella di Borgo Baceo, come è avvenuto di recente”.
Per Nicola De Benedetto, coordinatore provinciale di Sinistra italiana, la candidatura di Sommovigo “è il risultato di un percorso coerente di selezione della qualità della proposta politica, intrapreso per dare alla città una candidatura trasparente. Siamo fieri del risultato, per il quale dobbiamo ringraziare tutti Alessandro Pollio“. Ed è proprio all’infinito periodo precedente all’investitura della candidata che ha fatto riferimento anche Simonetta Simonetti, portavoce regionale dei Verdi: “Questa lista ha un pedigree importante, quello di aver superato un momento difficile come quello della scelta del candidato sindaco”.

A chiudere gli interventi la stessa Piera Sommovigo: “Ho tanto entusiasmo e voglio condurre campagna improntata all’ottimismo e all’ascolto. Ringrazio tutti per aver scommesso su di me: è motivo di orgoglio e responsabilità perché loro – ha detto indicando i candidati della lista Leali a Spezia – sono in gioco per me, che gioco in prima fila. Abbiamo un progetto nuovo, diverso e ieri sono rimasta incredula per l’affetto e l’entusiasmo della sala”.

L’elenco dei candidati di Leali a Spezia

1 Guido Melley, imprenditore, capogruppo e consigliere comunale uscente LeAli a Spezia
2 Roberto Centi, insegnante, consigliere regionale Lista Sansa e consigliere comunale uscente LeAli a Spezia
3 Diego Angelotti, agente di commercio e membro ass. Giacobini del Golfo
4 Alessio Antonini, studente universitario
5 Claudio Barone, informatore medico scientifico in pensione e musicista
6 Sergio Busoni, avvocato
7 Maria Pia Cappellano, tutor formazione professionale e volontaria terzo settore
8 Andrea Cornetto, dirigente scolastico in pensione e presidente provinciale associazione Presidi
9 Antonella D’Amato, insegnante di sostegno e delegata sindacale
10 Diego Denevi, operatore agrituristico ed esponente Sinistra Italiana
11 William Domenichini, graphic designer, membro ass. Murati Vivi Marola ed attivista Anpi
12 Antonella Fabbrini, tecnico medicina nucleare Asl
13 Elisabetta Faraguti, funzionario di banca
14 Fabrizio Faggioni, tecnico informatico Asl e membro associazioni Cadimare
15 Giorgio Ferrari, primario ospedaliero e responsabile area interdipartimentale Asl
16 Patrizia Flandoli, insegnante e membro comitato Centro Storico
17 Anna Gabrielli, funzionario Pubblica Assistenza
18 Andrea Germi, responsabile cooperative, apicoltore e dirigente Europa Verde
19 Elisabetta Gervasi, infermiera ospedaliera Asl
20 Claudia La Barbera, insegnante, interprete e traduttrice in lingua araba
21 Raffaele Mele, agente polizia municipale, membro ass. giovanile Spezia Dinamika e ass. animaliste
22 Margherita Mori, insegnante di sostegno
23 Damiano Moscatelli, insegnante e vice preside liceale
24 Lea Napolitano, istruttrice sportiva e presidente DLF basket
25 Maria Peralta, presidente ass. Dominicani Organizzati La Spezia e v. presidente Comitato solidarietà immigrati
26 Giacomo Pregazzi, impiegato, attivista politico e volontario Arci e Uisp
27 Pierluigi “Gipo” Sommovigo, responsabile reparto Gd, delegato sindacale ed ex consigliere comunale
28 Marcello Storti, insegnante e coordinatore provinciale Educazione Fisica
29 Fabrizio Terenzoni, coordinatore infermieristico Asl in pensione
30 Paola Tognetti, dipendente pubblico in pensione ed esponente Europa Verde
31 Caterina Truppa, avvocato- assistente legale Federconsumatori
32 Francesca Zani, architetto, membro commissioni tecniche ed urbanistiche

Piera Sommovigo con i candidati della lista Leali a Spezia
leggi anche
Il comizio di Piera Sommovigo in Sala Dante
La candidata del centrosinistra in sala dante: "io gioco per vincere"
Sommovigo: “Peracchini dipinge un passato e un futuro inesistenti, forse vive a Spezialand”
Roberto Quber
La nota
Amministrative, i Giacobini del Golfo si schierano con Leali a Spezia e con Piera Sommovigo
Piera Sommovigo con i candidati della lista Leali a Spezia
Felettino
Ospedale, Leali: “Avvio gara in queste condizioni non può essere salutata con grida di giubilo e i soliti applausi”