Quantcast
Toti: "Terminata la fase di programmazione e del Pnrr lascerò l'assessorato alla Sanità. Com'è giusto che sia" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
L'annuncio del presidente della regione

Toti: “Terminata la fase di programmazione e del Pnrr lascerò l’assessorato alla Sanità. Com’è giusto che sia”

Giovanni Toti

“Prima o poi lascerò questo assessorato, com’è giusto che sia. Non appena sarà passata questa fase di programmazione molto delicata penso che ragioneremo su un tagliando a tutta l’amministrazione”. Così il governatore ligure Giovanni Toti, intervistato oggi da Radio Babboleo, ha annunciato l’intenzione di cedere la delega alla Sanità, rimasta in capo alla presidenza fin dall’inizio del secondo mandato, nel settembre 2020. Una mossa, quella annunciata dal governatore, che in qualche modo risponde alle frequenti critiche di un’opposizione che in Consiglio regionale vorrebbe interfacciarsi più spesso col titolare della delega, ma anche ai feroci attacchi della Lega di un paio di mesi fa, quando la tenuta del centrodestra ligure era sembrata per certi versi a rischio. Dopo che la crisi è rientrata è stato il momento di avviare la campagna elettorale per le elezioni comunali a Genova e alla Spezia e l’annuncio di oggi suona come un’ulteriore messaggio di distensione verso gli alleati.

Il terremoto nel centrodestra si era generato dalla spaccatura emersa durante l’elezione del presidente della Repubblica. Dopo Rixi era stato il turno di Salvini: “La giunta ligure va avanti, però posso solo dire che un governatore che fa anche l’assessore al Bilancio e alla Sanità o è Superman oppure…”, aveva dichiarato il leader della Lega davanti alle telecamere. Anche Fratelli d’Italia e Forza Italia avevano mosso contestazioni al governatore: impossibile occuparsi di una materia così delicata e contemporaneamente coltivare ruoli politici nazionali.

Toti ha proseguito dicendo che la decisione di accentrare Sanità e Bilancio nelle sue mani “è stata presa in accordo con tutte le forze politiche nel pieno della pandemia”, ma anche perché “è in atto un piano di ristrutturazione della sanità molto importante legato al Pnrr. Le costruzioni degli ospedali di comunità, la costruzione delle case di comunità, la ristrutturazione dei medici di medicina generale con la loro presenza all’interno delle strutture pubbliche…”.

Più informazioni
leggi anche
Bancomat
Mattinata difficile per il commercio
Pagamenti elettronici in tilt, situazione tornata alla normalità. Disagi anche alla Spezia
Regione Liguria
Si attende risposta
Pnrr, De Ferrari ha spedito a Roma il piano operativo regionale