LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"rosso è il colore del sangue, del dolore ma anche della passione"

Tomaino omaggia la scienza e gli operatori sanitari donando “Lemani” ad Asl 5

Giuliano Tomaino dona "Lemani" ad Asl 5
Giuliano Tomaino dona "Lemani" ad Asl 5 (foto di Stefano Lanzardo)

“È rossa perché rosso è il colore del sangue, del dolore ma anche della passione. È semplice nelle sue forme poiché vuole essere un simbolo di vicinanza, di aiuto, di collaborazione”. Così il maestro Giuliano Tomaino, scultore e pittore racconta la sua “Lemani” l’opera che ha voluto donare ad Asl 5 perché restasse un segno tangibile e visibile della pandemia e dell’impegno costante dedicato dagli operatori sanitari negli hub vaccinali.
L’idea è nata proprio dal personale Asl 5 che ha voluto chiedere all’artista di realizzare qualcosa che in qualche modo potesse convogliare, in un unico oggetto, il senso di comunità con il valore della scienza che ha prodotto i vaccini anti Covid.

Giuliano Tomaino dona

Tomaino ha accettato subito la sfida e ha inventato “Lemani” che pesa 200 chili, è alta un 1,60 e larga 1,20 metri, e come racconta l’artista è un “ferro dipinto che ripropone un simbolo che ho già utilizzato in altre mie opere: mani stilizzate che si toccano a manifestare di poter contare sempre sull’altro, sulla certezza che c’è qualcuno pronto ad aiutarti, a stringerti. E proprio in quest’ottica il materiale per realizzarla mi è stato offerto gratuitamente dalle ditte Siderurgica Toscana e InTech che ringrazio”.
Per rappresentare al meglio il messaggio di fratellanza l’opera è stata consegnata all’Asl 5 incompiuta: per terminarla sarà necessario l’intervento degli operatori degli hub vaccinali che la decoreranno con i tappini di gomma colorata che sigillano le fiale di vaccino.
“Io ho pensato alla forma – conclude il maestro – ma l’essenza della scultura doveva essere la manualità degli infermieri che tanto hanno lavorato in questo periodo. Il risultato sarà corale, una scultura per loro ma soprattutto con loro. Acciaio e creatività per un’opera comune, sociale in cui ciascuno può aggiungere un piccolo dettaglio, un particolare, un tassello che è parte del tutto”.

Giuliano Tomaino dona

“Quando il maestro Tomaino ha raccolto la nostra istanza – ha commentato Maria Alessandra Massei, direttore sociosanitario di Asl 5 – abbiamo subito capito che avremmo ricevuto un bellissimo dono: la possibilità di testimoniare con un’opera d’arte due anni difficilissimi. Alla conclusione di “Lemani” sta partecipando tutto il personale, presto sarà finita e la presenteremo alla città. Successivamente pensiamo di renderla itinerante in tutte le sedi dell’azienda come segno dell’impegno e del sacrificio per il bene comune”.

Giuliano Tomaino dona
leggi anche
Vaccino Novavax
"il virus c'è ancora"
Vaccini, basse le percentuali tra i più piccoli e per NovaVax
Letti d'ospedale
Periodo marzo 2020-gennaio 2022
Da inizio pandemia 178mila decessi in eccesso, gran parte in periodo pre vaccini