Quantcast
Porto Venere, la Torre Capitolare è ora una suite di lusso pronta ad accogliere turisti di alta fascia - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Sabato 9 l'inaugurazione

Porto Venere, la Torre Capitolare è ora una suite di lusso pronta ad accogliere turisti di alta fascia

Eretta prima della venuta di Dante, prima della scoperta dell’America, in un tempo in cui i pirati e i velieri dominavano i mari, oggi la torre capitolare di Porto Venere si prende il meritato riposo per accogliere viaggiatori da tutto il mondo grazie alla realizzazione della Capitolare suite tower, pronta a inaugurare nella giornata di sabato 9 aprile.
“Salvare un’antica torre risalente al 1161 dalla decadenza. Da qui inizia il progetto che ha portato alla pensare a questa esclusiva location di lusso”, spiega Andrea Borlenghi, l’imprenditore di 29 anni, con studi all’estero e una carriera nel mondo delle tech-startup, che nel 2019 fa si aggiudicò la struttura partecipando al bando emesso dal Comune (qui).
Così, dopo tre anni di lavori, l’antica torre che dà accesso al borgo rinasce come prima suite di lusso al mondo con allestimenti e arredi prodotti interamente in 3D.

“Siamo pronti a far debuttare questo gioiello architettonico – prosegue Borlenghi -. Vogliamo raccontare la potenza di questo simbolo medievale, salvato dalla decadenza e rilanciato. Restaurarlo è stato un piacere. È nella mia indole. Mi ritrovo molto nella frase di Marchionne I’m a fixer, è la sola cosa che so fare“.
Dopo un approfondito lavoro di restauro conservativo, realizzato con materiali derivanti da economia circolare, il team della Capitolare ha restituito la torre millenaria alla collettività. Nel corso della stagione invernale, come promesso in precedenza (qui), la torre sarà infatti luogo aggregativo, a disposizione di associazioni culturali per realizzare progetti, letture, laboratori e molto altro ad ingresso gratuito. La fruizione estiva è invece quella di una suite di lusso per turisti di alta fascia: spazi curati su quattro livelli, con terrazza privata e servizi premium, dal chef privato per cene intime al servizio spa e wellness, dai prodotti enogastronomici del territorio alle escursioni e i tour in yacht per visitare il Mar Ligure.

L’interior design della suite è realizzato da Federica Cristaudo. Tema ricorrente è il movimento del mare, lo si ritrova nei colori, nei materiali, nelle forme. La particolarità dell’intervento nasce dalla commistione del 3D printing in sinergia con le arti applicate risalenti al XII secolo.
L’attenzione alla ricerca di nuovi materiali è un altro punto di interesse: i set bagno sono fatti con malte naturali prodotte con frammenti di conchiglie e gli arredi sono interamente creati con plastica riciclata da fonti marine stampata in 3D, nello specifico si tratta di polipropilene riciclato con il 20% di rinforzo in fibra di vetro.
La scelta della stampa 3D per la realizzazione dei mobili è stata dettata dal desiderio di creare un contrasto tra la torre millenaria e la novità della tecnologia utilizzata. Inoltre il progetto è di rinnovare i mobili ogni 5 anni, riciclando quelli precedenti, in un’economia virtuosa a ciclo chiuso e zero rifiuti per i decenni a venire.
L’ingegneria e il processo di stampa dei mobili in 3D sono stati forniti da Caracol Additive Manufacturing, una Pmi innovativa della Lombardia che lavora allo sviluppo di progetti per settori che vanno dall’aerospaziale all’automotive, dall’energia al design e all’architettura.

Torre capitolare di Porto Venere

A comporre il team, oltre a Borlenghi e Cristaudo, sono altri under 30. Con lui fin dalla prima ora Michele Bassi, architetto, che dopo anni di studio in Olanda decide di tornare in Italia e affronta come prima sfida il restauro della Torre Capitolare, lo Studio Tomato di Edoardo e Riccardo, e, appunto Caracol, partner tecnologico dell’opera: un’azienda italiana in forte espansione specializzata in stampa 3D di grande formato.

leggi anche
Torre capitolare
Concessione pluriennale
Porto Venere, la Torre capitolare sarà struttura ricettiva
Gli interni della Torre capitolare di Porto Venere
Ha vissuto a pignone ed è emigrato in olanda per studiare
"La Torre capitolare sarà aperta a tutti per gran parte dell’anno"