Quantcast
"Se ci fossimo comportati come è solita fare la maggioranza, avremmo lasciato l'aula rendendo impossibile la seduta" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Consiglio comunale

“Se ci fossimo comportati come è solita fare la maggioranza, avremmo lasciato l’aula rendendo impossibile la seduta”

L'intervento di Porto Venere Bene Comune.

Comune di Porto Venere

“Lo scorso 30 Marzo si è svolto il Consiglio Comunale di Porto Venere, con pratiche importanti all’ordine del giorno, quali l’approvazione della previsione di bilancio del triennio 2022-2024 e lo schema di aggiornamento del Piano del Parco, Consiglio per il quale, in data 26 marzo, era stato richiesto dal nostro gruppo il rinvio perché, per l’ennesima volta, la data non era stata concordata, o almeno anticipata informalmente, con l’opposizione. La nostra richiesta veniva tuttavia rigettata senza alcuna motivazione. La sera, tuttavia, si è rischiato ugualmente che il Consiglio non venisse svolto, poichè la maggioranza non garantiva, a causa di due assenze, il numero minimo necessario”. Così in una nota Francesca Sacconi, Fabio Carassale, Saul Carassale e Franco Talevi, del gruppo di opposizione Porto Venere Bene Comune. “Dopo aver evidenziato in aula la questione – proseguono -, sottolineando la mancata disponibilità del sindaco (e presidente del consiglio comunale) ad accettare la nostra richiesta di concordare la data, pur avendolo promesso ripetutamente in diverse occasioni, abbiamo chiesto qualche minuto di sospensione e dopo esserci consultati, per senso di responsabilità, abbiamo deciso di rientrare in aula, permettendo il regolare svolgimento della seduta, per le le seguenti pratiche all’ordine del giorno: aggiornamento regolamento cimiteriale e di protezione civile, votati all’unanimità; bilancio, passato di misura con 5 favorevoli e 4 contrari (3 del nostro gruppo più la consigliera Angelino)”.

“Si è invece richiesto, tramite emendamento – proseuge la nota -, lo stralcio del punto n.5, ovvero la presentazione dello ‘schema di aggiornamento del piano del parco’, punto che riteniamo delicato e fondamentale per il territorio, e meritevole di essere approfondito e discusso, nel metodo e nel merito, con maggiore attenzione, promuovendo un dibattito pubblico sulle effettive finalità del parco regionale e sugli strumenti che ne garantiscano l’efficacia e dedicandogli uno specifico consiglio comunale. Infine, abbiamo ribadito che la programmazione dei Consigli Comunali debba essere fatta coinvolgendo l’opposizione. Ancora una volta il Sindaco, a parole, ha accettato la richiesta, vedremo se riuscirà a metterla in pratica. Confidiamo, inoltre, che i nostri concittadini percepiscano il senso di responsabilità che abbiamo avuto nei confronti dell’Istituto del consiglio comunale; se ci fossimo comportati come è solita fare la maggioranza avremmo abbandonato l’aula, lasciando il sindaco impossibilitato a svolgere la seduta, dimostrandogli brutalmente l’importanza di concordare anche con l’opposizione la data dei consigli”.

leggi anche
Girobus
Iniziano i mesi "caldi"
Da aprile riprende il servizio Girobus di Porto Venere. Ecco con quale scansione
Porto Venere, La Crocetta (2021) (foto Fabio Giacomazzi)
Sino all'8 aprile
Porto Venere, il Tar sospende l’aggiudicazione del fabbricato e del terreno di Via della Crocetta
Inaugurazione sede della Protezione Civile di Porto Venere
Con 400mila euro dal fondo strategico
Nuova sede per la Protezione Civile di Porto Venere, Toti: “Recuperato rudere abbandonato”
Il canale di Porto Venere
"caso di interesse nazionale"
“L’amministrazione Cozzani sta smantellando il Parco di Porto Venere”
Nicola Porro e Giovanni Toti
Il futuro dell'isola
Toti: “Palmaria diventerà luogo bellissimo, bando in estate”