Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"marinella, la porta della liguria"

Entro il 2026 una ciclovia da Marinella a Sarzana passando per Luni e Castelnuovo

Presentato il tratto della Ciclovia Nazionale Tirrenica dal confine con la Toscana fino al cuore della Val di Magra. Sarà lungo 14 km e costerà 13,3 milioni di euro, finanziato con il PNRR.

La presentazione della ciclovia

Dal confine presso il torrente Parmignola fino alla stazione di Sarzana. In mezzo le spiagge di Marinella, l’anfiteatro del parco archeologico di Luni, il Canale Lunense, centro storico di Castelnuovo Magra e anche una breve sortita a Fosdinovo. I quattordici chilometri della Ciclovia Nazionale Tirrenica per l’ingresso orientale della provincia della Spezia, che sarà finanziato grazie al PNRR. Oggi la presentazione del progetto, stilato dagli ingegneri Lino Pollastri, Elena Guerzoni e Silvia Moretti, che entro il 2023 dovrebbe diventare un cantiere, per poi vedere la luce nel 2026. Sarà lungo 14 km e costerà 13,3 milioni di euro. Cristina Ponzanelli, sindaca di Sarzana, nel cui territorio comunale si snoda la maggior parte del percorso, è entusiasta: “Si crea una cerniera tra il centro e la nostra stazione marina, ma si valorizza l’intero territorio comunale – dice durante l’evento organizzato presso la Sala della Repubblica -. Marinella si accinge davvero a diventare davvero la porta della Liguria”. “Ci allineiamo ad sistema europeo, che trova in questo tipo di servizio un elemento fondamentale per il turismo e la sostenibilità. Quello di Sarzana è un lotto di importanza strategica data la sua collocazione di confine”, le parole di Giacomo Giampedrone, assessore alle infrastrutture di Regione Liguria. Il tracciato non è lineare. Non a caso. Si è cercato di intercettare particolari punti di interesse storico e paesaggistico, come le rovine dell’antica città romana, ma ciò non toglie che l’infrastruttura potrà essere utilizzata ogni giorno anche dai residenti. “Uno dei progetti bandiera del PNRR, perché valorizza l’industria turistica, che è vocazione della Liguria, e mette in pratica quell’ecocompatibilità che sottende allo stesso piano – dice Giovanni Toti, presidente di Regione Liguria -. Sarà un’infrastruttura di largo consumo, considerando che le biciclette a pedalata assistita ampliano oggi il pubblico per questo tipo di attività, e si inserisce in un territorio che è in grande trasformazione come quello sarzanese”.

La presentazione della ciclovia

La Ciclovia Nazionale Tirrenica unirà Ventimiglia a Roma dopo mille chilometri di percorso, di cui 437 in Liguria. Sono 77 i comuni liguri interessati, con un disegno che nasce per implementare l’intermodalità con la ferrovia. Il tratto successivo al Marinella-Sarzana, ancora da finanziare, è destinato ad arrivare fino a Santo Stefano Magra unendo proprio le due stazioni dei treni. Il tratto di pista ciclabile tra il centro di Sarzana e Marinella di Sarzana fa parte del tronco 10 della parte ligure della ciclovia tirrenica, il grande progetto del valore di oltre 297 milioni di euro che unirà Ventimiglia a Sarzana in un unico percorso di 437 chilometri di lunghezza lungo tutto l’arco della nostra regione, tra costa ed entroterra e passando per la Val Fontanabuona e la Val Bisagno, toccando 77 comuni, 3 parchi, 4 province unendo mobilità sostenibile, attività all’aria aperta e permettendo a cittadini e turisti di andare alla scoperta dell’eccezionale patrimonio storico, culturale, paesaggistico e ambientale della Liguria e connettendo tra loro i luoghi più affascinanti della nostra terra. Il progetto complessivo della ciclovia tirrenica prevede di realizzare un unico percorso ciclabile da più di 960 chilometri capace di unire Ventimiglia a Roma.  Il tronco 10 della parte ligure della ciclovia parte dalla Spezia, va verso Santo Stefano Magra e si conclude a Marinella di Sarzana, sul confine tra Liguria e Toscana: 40,10 chilometri di percorso con una pendenza massima dell’8 % che tocca i territori della Lunigiana con le sue meraviglie archeologiche e storiche, i borghi dell’entroterra spezzino con i suoi castelli a pochi passi dal mare. I tronchi in cui è divisa la ciclovia da Ventimiglia a Sarzana sono: 36,1 chilometri da Ventimiglia a Sanremo, 41,3 chilometri da Taggia ad Andora, 46,7 chilometri da Laigueglia a Finale Ligure, 36,25 da Noli a Varazze, 53,91 chilometri da Cogoleto al confine del comune di Genova, 40,75 chilometri da Sant’Olcese a Davagna, 41,10 chilometri da Lumarzo a Carasco, 27,90 chilometri da Carasco a Moneglia, 60,70 chilometri da Deiva Marina alla Spezia e infine quello dalla Spezia a Marinella di Sarzana.

leggi anche
Inaugurazione ciclopedonale Luni
Fra via morucciola e via dogana
Dall’anfiteatro di Luni alla Ciclovia Tirrenica, inaugurato un nuovo tratto di passeggiata
Bicicletta
Uno step aggiuntivo
Ok al progetto di fattibilità per la ciclovia che unisce le aree protette liguri
Il percorso della ciclovia tirrenica
Progetto ambizioso
Ciclovia Tirrenica, sei milioni alla Liguria
Tracciato Ciclovia Tirrenica
Politica
Sarzana Popolare: “Ciclovia Tirrenica avrà importanti ricadute”
Luni archeologia
Martedì 12 aprile
Luni, giornata di formazione per le guide tra area archeologica, borghi e sentieri
Borgo Marinella
Al traffico veicolare e pedonale
Riaperto il tratto di Via Marinella precedentemente chiuso per lavori
Tenuta di Marinella
Cessione ad un passo
Un oliveto da cento ettari nella tenuta, nuova vita per il marchio “Marinella”
Ciclovia tirrenica, lavori partiti
Fondo strategico regionale
Fsr, risorse per Ciclovia, gallerie Sestri-Moneglia-Deiva e sicurezza stradale di Carro