LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Coinvolto l'istituto secondario di primo grado mazzini

Duecento giovanissimi formati dalla Pubblica assistenza della Spezia nel primo soccorso e nella rianimazione cardiopolmonare

Il presidente Battaglini: "I ragazzi hanno dimostrato grandi capacità, ponendo domande interessanti e mai scontate. In molti hanno anche espresso il desiderio, una volta raggiunta l’età prevista, di entrare a far parte del corpo volontari della Pubblica assistenza".

 Più di duecento ragazzi dell’istituto secondario di primo grado Mazzini della Spezia, formati nel primo soccorso e nella rianimazione cardiopolmonare dalla A.S.P. Pubblica assistenza della Spezia. Sono giunti al termine gli incontri scolastici organizzati dall’ente di Via Carducci su proposta del docente e storico soccorritore volontario della Pubblica assistenza Francesco Carbone che, assieme al presidente Tiziano Battaglini, ha coordinato le lezioni.

A fare il bilancio degli incontri è il presidente Tiziano Battaglini: “Abbiamo incontrato dieci classi terze, nel corso delle lezioni abbiamo insegnato loro le tecniche di Basic Life Support, ossia la rianimazione cardiopolmonare utilizzando manichini professionali di ultima generazione dotati di un’ app che monitora tutto il corso delle manovre effettuate e ne rivela la correttezza. Oltre a queste basi abbiamo lavorato su come si disostruiscono le vie respiratorie nei bambini, nei neonati e negli adulti.

“Siamo più che soddisfatti dell’esito di questi corsi –  conclude Battaglini – perché i ragazzi hanno dimostrato grandi capacità, ponendo domande interessanti e mai scontate. In molti hanno anche espresso il desiderio, una volta raggiunta l’età prevista, di entrare a far parte del corpo volontari della Pubblica assistenza“.

Più informazioni
leggi anche
Don Alberto Ravagnani (foto dal profilo Facebook)
Dell'arcidiocesi di milano
Il prete influencer don Ravagnani incontra i giovani in Cristo Re