LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
La lettera di passalacqua

Lerici accoglie una mamma con due bambini, Centro anti violenza pronto ad aiutare i profughi

In consiglio comunale approvata all'unanimità mozione contro l'attacco all'Ucraina.

Lerici

Approvata stasera all’unanimità dal consiglio comunale di Lerici una mozione di condanna dell’attacco della Russia e di vicinanza alla popolazione ucraina. Prima, nel corso delle comunicazioni, il consigliere Bernardo Ratti ha dato lettura di una toccante lettera che lo chef lericino Costantino Passalacqua, da vent’anni a Kiev, ha scritto per ringraziare Lerici per aver accolto l’appello per l’organizzazione di un concerto per la pace, nonché per rendere conto della sempre più critica situazione ucraina e del bisogno di aiuto della popolazione. L’assessore Alessandra Di Sibio ha poi comunicato che il Centro anti violenza di San Terenzo, di recente inaugurazione, da domani sarà operativo e, con il supporto di una mediatrice culturale, si occuperà anche dei profughi ucraini, sia attraverso il sostegno psicologico, sia a livello di aiuto legale.
Intanto Lerici, come spiegato dal sindaco Leonardo Paoletti, in queste ore ha accolto una prima famiglia arrivata dal Paese sotto assedio. Si tratta di una mamma con due bambini, ospitata in una abitazione messa a disposizione da un privato. Dal sindaco il ringraziamento a chi ha messo e metterà alloggi a disposizione, nonché a don Luca Palei e alla  Caritas diocesana.
Il primo cittadino ha ricordato che chi è disponibile ad offrire alloggio a famiglie in fuga dalla guerra ucraina può contattare lo 0187960301 dalle ore 9.30 alle ore 12 dal lunedì al sabato, oppure scrivere una mail all’indirizzo sindaco@comune.lerici.sp.it
Al momento nello Spezzino sono arrivate dall’Ucraina circa venti persone, per questo fine settimana ne dovrebbero essere accolte altre dieci.

 

Più informazioni
leggi anche
Bandiera ucraina
Raccolta fondi per l'emergenza
Ucraina, aperto il conto corrente di solidarietà attivato da Regione Liguria
Tavolo prefettura
Il punto con la prefetta della spezia
Nuovi arrivi dall’Ucraina, proposti case e lavoro. Inversini avverte: “Agire in maniera coordinata, queste persone non devono avere brutte sorprese”
Vuoi aiutare? Il vademecum di Caritas per l'emergenza ucraina
"vuoi aiutare?"
Ucraina, il vademecum di Caritas per donare e ricevere risposte su come farlo
Pro Danza, esibizione per la pace
Lerici
Danza per la pace in Galleria Padula, corsi gratuiti per i bambini rifugiati